Condividi

Celebrazioni laurenziane 2015: il cardinale Lorenzo Baldisseri ospite d’onore

Celebrazioni laurenziane 2015: il cardinale Lorenzo Baldisseri ospite d’onore

Il segretario generale del Sinodo dei vescovi presenzierà alla processione del 9 agosto impartendo la benedizione dal sagrato del Duomo e presiederà il solenne pontificale del 10 agosto

Il cardinale Lorenzo Baldisseri sarà l’ospite d’onore delle celebrazioni laurenziane 2015.

Lo ha annunciato il vescovo Rodolfo in occasione della conferenza stampa di presentazione delle programma completo delle feste in onore del patrono della città e della diocesi di Grosseto, dopo averne già fatto cenno nella lettera da lui scritta a tutta la comunità diocesana per preparare alla festa.

“Questo invito – ha spiegato mons. Cetoloni – non solo perché Baldisseri è un cardinale e questo dà onore e lustro alla nostra festa, ma anche per l’incarico che egli riveste: segretario generale del Sinodo dei vescovi, che ad ottobre vivrà la sessione ordinaria del Sinodo sulla famiglia, una delle tematiche molto importanti su cui come Chiesa stiamo tutti riflettendo”.

Chi è il cardinale Baldisseri

È stato il segretario del Conclave che la sera del 13 marzo 2013 ha eletto Papa Francesco, il quale, secondo un’antica consuetudine, prima di affacciarsi alla loggia centrale della basilica Vaticana per benedire i fedeli, gli ha posto sul capo lo zucchetto rosso porpora, preannunciando così la sua nomina cardinalizia.

Segretario Generale del Sinodo dei Vescovi, il cardinale Lorenzo Baldisseri è nato il 29 settembre 1940 a San Pietro in Campo, nel comune di Barga, in provincia di Lucca e arcidiocesi di Pisa, ultimo di sette figli.

Entrato giovanissimo nel Seminario di Pisa, ha poi perfezionato gli studi in filosofia e teologia e il 29 giugno 1963 è stato ordinato sacerdote dall’arcivescovo Ugo Camozzo, nella cattedrale primaziale di Pisa.

In quel periodo frequenta anche il conservatorio di Lucca, perfezionandosi in pianoforte.

E’ stato vice parroco nella parrocchia di Santo Stefano extra moenia, dal 1964 al 1967, e poi vice parroco a Querceta. L’incontro con monsignor Marcello Fascetti segna una svolta nella sua vita. Il sacerdote lo orienta spiritualmente, aiutandolo anche a coltivare la sua passione per la musica. Dopo un anno trascorso ad Azzano come parroco, con l’assenso dell’arcivescovo Benvenuto Matteucci si trasferisce a Roma, nel convitto di San Carlo al Corso. Frequenta la Pontificia Università Lateranense, dove consegue la licenza in teologia dogmatica (1968-1969) e quindi il dottorato in diritto canonico presso l’istituto utriusque iuris (1970-1973).

Nel 1971 entra nella Pontificia Accademia Ecclesiastica, dove completa la formazione nel 1973. Segue anche i corsi al Pontificio Istituto superiore di Musica sacra con il maestro Raffaele Baratta, conseguendovi il baccalaureato in gregoriano. Con Domenico Bartolucci si perfeziona poi in polifonia e canto sacro.

Nel 1973 entra nel servizio diplomatico della Santa Sede. E’ stato addetto di nunziatura in Guatemala ed El Salvador, poi segretario di nunziatura, insegnante di diritto canonico e internazionale all’Università Francisco Marroquin in Guatemala, prima di essere inviato in Giappone, Brasile e Paraguay. Poi va in Francia, quindi in Zimbabwe, ad Haiti, dove la grave situazione politica e sociale esploderà nel settembre successivo con il colpo di Stato.

Nel 1992 Giovanni Paolo II lo nomina nunzio apostolico ad Haiti e il 7 marzo 1992 riceve l’ordinazione episcopale dal cardinale Angelo Sodano, segretario di Stato, nella cattedrale di Pisa. Nel 1995 è nominato nunzio apostolico in Paraguay e nel 1999 in India e Nepal, quindi in Brasile, dove rimane fino al 2012, quando Benedetto XVI lo chiama a Roma come segretario della Congregazione per i vescovi. Il 7 marzo successivo lo nomina segretario del Collegio cardinalizio e, il 21 aprile, consultore della Congregazione per la dottrina della fede.

Il 21 settembre 2013 Papa Francesco gli affida la guida della segreteria generale del Sinodo dei vescovi. Il 16 dicembre lo annovera tra i membri della Congregazione per i vescovi e, lo scorso 15 gennaio, tra i consiglieri della Pontificia Commissione per l’America Latina.

Da Papa Francesco creato e pubblicato Cardinale nel Concistoro del 22 febbraio 2014, della Diaconia di Sant’Anselmo all’Aventino.

Scarica la lettera del vescovo Rodolfo per la Festa di San Lorenzo 2015