Condividi

Festa delle scuole cattoliche tra preghiera, giochi e divertimento

Festa delle scuole cattoliche tra preghiera, giochi e divertimento

Venerdì 25 settembre al campo sportivo del Sacro Cuore un pomeriggio tra studenti, docenti e famiglie per celebrare il valore di una presenza radicata e composita

Oltre mille tra bambini e ragazzi, decine di insegnanti, educatori e collaboratori: la rete delle scuole cattoliche della diocesi di Grosseto è una realtà davvero composita e plurale. Si va dai Nidi fino ai licei, passando per scuole dell’infanzia, scuola primaria, Medie e scuola di musica. Tutte insieme si ritroveranno venerdì 25 settembre, a partire dalle 16.30, al campo sportivo della parrocchia del Sacro Cuore, a Grosseto, per un pomeriggio di festa: la Festa della scuola cattolica.

La manifestazione si aprirà con un momento di preghiera guidata dal vescovo Rodolfo, con gli studenti che lo accoglieranno disposti per età e scuola di appartenenza. Ad animare il momento di preghiera saranno gli allievi della scuola di musica “Chelli”. Al termine merenda per tutti, quindi un tempo prolungato per i giochi a squadre: dal tiro alla fune alla staffetta, alla bandierina organizzati dal Centro Sportivo Italiano.

La giornata vuol essere prima di tutto un momento di conidivisione, tutti insieme, del percorso educativo che viene proposto e che arricchisce, nell’offerta didattica, il territorio su cui le scuole cattoliche operano. Scuole non confessionali, aperte a tutti, impegnate quotidianamente a curare non solo la formazione culturale dei bambini e dei ragazzi loro affidati, ma anche la loro crescita umana e valoriale, facendo del Vangelo lo specchio su cui riflettere in primo luogo uno stile di accoglienza e di educazione davvero universale, senza barriere.

Nel coordinamento delle scuole cattoliche di Grosseto sono presenti:

quattro micro nidi (Sant’Anna, Cottolengo, Castiglione della Pescaia, Ribolla)

nove scuole dell’infanzia (Sant’Anna, Sacro Cuore, Cottolengo, Santa Lucia, San Giuseppe, Santa Elisabetta, Caldana, Castiglione della Pescaia, Ribolla)

una scuola primaria (Sant’Anna)

una scuola media (Madonna delle Grazie)

i licei classico e scientifico Chelli

la scuola di  musica Chelli

Dietro ciascuna scuola persone e realtà educative con una storia radicata (congregazioni religiose come le suore Figlie di Sant’Anna, le suore Figlie di Santa Elisabetta, le Piccole ancelle del Sacro Cuore), parrocchie, una Fondazione (Chelli) e le famiglie, che rivestono un ruolo centrale, perché senza un’alleanza solida scuola-famiglia anche il miglior percorso educativo rischia di infrangersi.

Tutta la rete delle scuole cattoliche movimenta, dunque, professionalità, competenze, relazioni per incidere in positivo nel tessuto territoriale.