Condividi

Al SS.Crocifisso l’ingresso del nuovo parroco don Jarek Migus

Al SS.Crocifisso l’ingresso del nuovo parroco don Jarek Migus

Domenica 11 ottobre solenne concelebrazione eucaristica di insediamento alle ore 16

Don Jarek Migus è il nuovo parroco della Parrocchia del SS. Crocifisso, a Grosseto.

Succede ai Padri Dottrinari, congregazione dei religiosi che dopo quarant’anni di presenza e di servizio nella diocesi, hanno riconsegnato alla Diocesi la parrocchia, che si estende nella zona sud del capoluogo (cittadella dello studente). La congregazione dei padri della dottrina cristiana arrivò a Grosseto nel 1974. A loro il vescovo Gasbarri affidò la parrocchia del SS. Crocifisso, sorta sul finire degli anni ’60, e con essa il centro giovanile-convitto del Seminario. Ogni addio genera sempre dispiacere in tutti ed in particolare nelle persone più direttamente coinvolte ed interessate, a cominciare dai due religiosi – p. Renzo Rossit e p. Giancarlo Calunietti – che in questi anni hanno garantito la presenza dei Dottrinari a Grosseto, e dalle persone più vicine a loro nell’affetto e nella collaborazione. Per la Diocesi la necessità di individuare un sacerdote che potesse assumere la guida pastorale della comunità parrocchiale, per garantire la continuità del cammino di fede in un anno pastorale ricco di tanti momenti forti, a partire dal Giubileo della Misericordia, che si aprirà l’8 dicembre prossimo.

La scelta del Vescovo è caduta su don Jarek, 48 anni, originario della Polonia, ordinato prete a Grosseto il 26 aprile 2003. In questi dodici anni don Migus ha esercitato il suo sacerdozio come vice parroco della Cattedrale, curando molto anche la chiesa di San Pietro al Corso. Don Jarek è anche cancelliere vescovile e direttore dell’ufficio diocesano per l’Ecumenismo e il dialogo interreligioso.

Il nuovo parroco farà ingresso ufficiale nella parrocchia del SS. Crocifisso domenica 11 ottobre, con una solenne concelebrazione eucaristica, presieduta dal Vescovo, con inizio alle 16.

La celebrazione si aprirà con la presentazione del nuovo parroco, la lettura del decreto di nomina e i riti che caratterizzano la liturgia per l’inizio del ministero pastorale di un nuovo parroco: l’aspersione dell’assemblea con l’acqua benedetta, la consegna delle chiavi, il rinnovo delle promesse sacerdotali, la professione di fede e la processione verso i luoghi che connoteranno il suo servizio. Alla porta della chiesa, in segno di apertura e accoglienza “con chiunque voglia entrare”; al Battistero; al Confessionale, con l’invito al nuovo parroco ad essere “sempre disponibile con i fedeli, buon medico delle loro ferite e misericordioso come il Padre”; al tabernacolo dove è custodita l’Eucaristia, con l’invito del Vescovo a far sì che “l’esempio nella preghiera e nell’adorazione e la sollecitudine verso i fratelli infermi edifichino la comunità”. Infine, quasi sul finire della Messa la consegna a don Jarek, da parte del Vescovo, della sede presidenziale, da dove cioè ogni domenica il sacerdote presiede e celebra l’Eucaristia.

“Ringraziamo il Signore per l’apostolato che in quarant’anni i Padri hanno svolto in mezzo a noi – dice il Vescovo –e affidiamo a Dio il servizio che don Jarek sta per iniziare affinché la comunità parrocchiale del Crocifisso continui a camminare dietro all’unico Maestro e Signore nella sua vita pastorale, di fede e di carità”.

Libretto della Celebrazione eucaristica per l’insediamento del nuovo parroco