Condividi

Dalla diocesi di Grosseto in 150 a Firenze per la Messa con Papa Francesco

Dalla diocesi di Grosseto in 150 a Firenze per la Messa con Papa Francesco

La partenza martedì 10 novembre alle 9 con tre pullman dal parcheggio dello stadio comunale "Zecchini"

Saranno 150 tra fedeli e sacerdoti i grossetani che martedì 10 novembre saranno a Firenze per partecipare alla Messa presieduta da Papa Francesco, in occasione della sua visita a Firenze per il V° Convegno ecclesiale nazionale “In Gesù Cristo il nuovo umanesimo”.

La nutrita delegazione è espressione dell’intera comunità ecclesiale grossetana: presbiteri, religiosi, diaconi, laici della quasi totalità delle 50 parrocchie, degli uffici di curia, degli ambiti pastorali e delle aggregazioni. Raggiungeranno Firenze con tre pullman: la partenza martedì alle 9 dal parcheggio dello stadio “Zecchini” di Grosseto.

Si tratta senza dubbio di un evento storico, perché è la prima volta di Papa Francesco in Toscana. La sua giornata prevede due tappe: Prato, dalle 8 alle 9 e quindi Firenze. Scelta non casuale, quella di Francesco, di fare tappa a Prato, città industriale, città che sperimenta da tempo il tema dell’integrazione. E poi a Firenze il grande abbraccio con i delegati che da tutta Italia partecipano al Convegno della Chiesa italiana, che si protrarrà fino a venerdì 13 novembre.

Il Papa incontrerà i delegati la mattina, nella Basilica di Santa Maria del Fiore, poi pranzerà alla mensa Caritas e alle 15.30 raggiungerà lo stadio “Artemio Franchi” per presiedere la solenne concelebrazione eucaristica, che concluderà questo suo primo viaggio in Toscana.

 

"Firenze, la sua Chiesa e la città tutta salutano Papa Francesco, che sarà nostro ospite il 10 novembre prossimo per incontrare i delegati delle Chiese in Italia, qui convenuti per il 5° Convegno ecclesiale nazionale - scrive il cardinale arcivescovo Giuseppe Betori, nello speciale di Toscana Oggi "Francesco nella città dell'Umanesimo" - Nella sua bontà, il Santo Padre ha pensato anche di avere alcuni momenti di incontro con la città, il più importante dei quali è ovviamente la Celebrazione Eucaristica, che egli presiederà allo stadio comunale: l'Eucaristia, fonte e culmine della vita cristiana, è già al centro dell'attesa del popolo fiorentino, che sarà lieto di raccogliersi attorno al Signore sotto la guida del Pastore della Chiesa universale"