Condividi

Al via la scuola di preghiera per i giovani

Al via la scuola di preghiera per i giovani

Dal 4 dicembre un cammino mensile per ragazzi dai 15 ai 29 anni tra ascolto della Parola, preghiera di adorazione, convivialità e tempo di condivisione

 

“Stare con Lui”. Sarà questo il filo conduttore della scuola di preghiera per giovani, la nuova iniziativa proposta dell’equipe diocesana di pastorale vocazionale, rivolta a ragazzi dai 15 ai 29 anni, che sentono il desiderio di approfondire la propria dimensione interiore e il rapporto con Dio.

Dice un vecchio adagio che la preghiera non è tutto, ma tutto comincia dalla preghiera. Una massima che vale per tutti: per un sacerdote, per chi ha abbracciato la vita religiosa, per una coppia di sposi, per un anziano, per chi ha una vita molto intensa e per chi se la sta costruendo. Come i giovani. Ed è a loro che viene offerta l’esperienza della scuola di preghiera, un cammino in sei tappe mensili (il primo venerdì del mese), nel quale i partecipanti sperimenteranno come il dialogo ricercato, voluto, amato, a volte anche faticoso, con Dio dischiude nuove opportunità e aiuta a compiere scelte sempre più consapevoli.

“La scuola di preghiera – spiega don Gian Paolo Marchetti, direttore dell’ufficio di pastorale vocazionale – è una proposta per tutti i giovani che sentono il desiderio di approfondire la loro spiritualità in un a tu-per-tu con il Signore che sia sempre più solido ed incisivo nella loro vita. E’ sicuramente un percorso impegnativo, da non prendere sottogamba, ma per chi lo vorrà sarà una opportunità di crescita nella fede”.

Il primo incontro è in programma venerdì 4 dicembre. Poi l’8 gennaio, il 5 febbraio, l’11 marzo, il 1 aprile e il 6 maggio.

Tra un incontro mensile e l’altro sarà proposto un appuntamento intermedio.

 

Come si svolge ogni serata

La struttura sarà scandita da momenti specifici, legati l'uno all'altro. Ogni incontro sarà aperto da un momento conviviale in Seminario alle 19.30, seguito da un tempo di riflessione sul Vangelo, curato da p. Egidio Stefano, vicenziano, e che quest'anno sarà incentrato sugli incontri di Gesù. Conclusa la catechesi, la serata proseguirà nella cappella del Seminario per un tempo prolungato di adorazione eucaristica, con spazi di silenzio intervallati da canti. Ci sarà la disponibilità di sacerdoti per colloqui individuali o per la confessione. L'ultima tappa della serata sarà la condivisione in piccoli gruppi.