Condividi

A Batignano il vescovo ordina diaconi due Agostiniani scalzi

A Batignano il vescovo ordina diaconi due Agostiniani scalzi

Il rito sabato 18 giugno alle 15.30 nella pieve di san Martino vescovo. Dal 15 al 17 triduo di preparazione col Priore general dell'Ordine, dedicato alla figura del venerabile p. Giovanni Nicolucci

L’annuncio era stato dato ufficialmente durante il pellegrinaggio a Batignano verso il venerabile p. Giovanni Nicolucci da san Guglielmo. Ora c’è la data.

Sabato 18 giugno il vescovo Rodolfo ordinerà diaconi  due frati agostiniani scalzi, la cui storia si inserisce nel solco del venerabile Giovanni, anch’egli agostiniano scalzo.

L’ordinazione diaconale avrà luogo proprio a Batignano, nella pieve di san Martino vescovo, che è luogo giubilare. Il rito avrà inizio alle 15.30.

Gli ordinandi sono fr. Aji Panachikunnel e fr. Julius Balla.

Per l’occasione sono attesi a Batignano numerosi religiosi  Agostiniani scalzi e per la parrocchia e il paese sarà un ulteriore momento di fesya e di fede, che troverà slancio proprio grazie alla figura del venerabile.

Era stato lo stesso Priore generale dell’Ordine religioso, p. Gabriele Ferlisi, a proporre al Vescovo questo gesto nel’Anno giubilare, durante il quale la Chiesa di Grosseto propone il venerabile p. Giovanni Nicolucci come “testimone di misericordia”. Egli visse in Maremma, nel ‘600 anni importanti di preghiera e apostolato, mortificazione, penitenza, impegnandosi contro le ingiustizie e per ricondurre le anime a Dio.

L’ordinazione diaconale sarà preceduta da un triduo di preghiera animato da p. Gabriele Ferlisi, nei giorni 15-17 giugno, sul tema: “Valore del diaconato e servizio del venerabile p. Giovanni Nicolucci da San Gugliemo”. Ogni giorno nella pieve di Batignano Messa alle 16.30 e meditazione.