Condividi

“Il tappeto di Iqbal” porta a Grosseto il suo spettacolo per il progetto di Pace dell’Acr

“Il tappeto di Iqbal” porta a Grosseto il suo spettacolo per il progetto di Pace dell’Acr

Lo spettacolo a ingresso gratuito il 29 dicembre alle 20.45 nell'auditorium della parrocchia Addolorata

Il circo, la cura dell’altro, l’attenzione a non lasciare indietro nessuno, la bellezza di essere casa accogliente e aperta fanno da sfondo al progetto di pace 2017 dell’Azione Cattolica dei Ragazzi.

Un progetto nato da una collaborazione con la cooperativa sociale “Il Tappeto di Iqbal”, una realtà che da oltre un decennio opera senza sosta, animata da speranza e impegno in un territorio ferito e umiliato: il quartiere Barra di Napoli. Si sono messi accanto ai bambini, ai ragazzi, ai giovani per fornire loro un’occasione diversa, un’opportunità per crescere, la possibilità di scoprire valori nuovi e potersene innamorare. Oggi il loro più grande desiderio è di continuare l’attività di avvicinamento ai più giovani, con la speranza di strapparli dalle mani della criminalità organizzata, con una struttura permanente, un tendone da circo, posto nel cuore del quartiere di Barra, simbolo di bellezza, riscatto, speranza e coraggio.

Casa accogliente per i bambini, i giovani, le loro famiglie, luogo di festa, di cultura, di aggregazione, di formazione.

“Il progetto di Pace 2017 – dicono dall’Acr – vuole aiutare questo sogno a diventare realtà, con l’aiuto concreto della fase di realizzazione, con tutto quello che potrà essere utile allo scopo. L’Acr di Grosseto ha quindi invitato Il Tappeto di Iqbal nella nostra città per presentare la sua opera attraverso lo spettacolo «Enfantastique», che si svolgerà giovedì 29 dicembre alle ore 20,45 nell’auditorium della parrocchia dell’Addolorata. Lo spettacolo è per tutti, grandi e piccini e l’ingresso è gratuito”.