Condividi

La Chiesa di Grosseto avrà un nuovo sacerdote: il 20 maggio l’ordinazione di Francisco Iniguez

La Chiesa di Grosseto avrà un nuovo sacerdote: il 20 maggio l’ordinazione di Francisco Iniguez

L'annuncio dato in occasione della Giornata pro Seminario. Il rito di ordinazione avrà luogo in Cattedrale durante la Messa prefestiva delle 18

La Chiesa di Grosseto avrà presto un nuovo sacerdote: è il diacono Francisco Iniguez Padilla, che sarà ordinato presbitero per l’imposizione delle mani e la preghiera di consacrazione del vescovo Rodolfo.

Il rito di ordinazione avrà luogo sabato 20 maggio nella chiesa cattedrale, durante la Messa prefestiva delle ore 18, trasmessa in diretta televisiva su Tv9.

L’annuncio è stato dato dal Vescovo al clero in apertura dell’incontro di formazione, che si è tenuto il Seminario lo scorso 15 marzo, mentre domenica, in occasione della celebrazione della Giornata diocesana pro Seminario in tutte le parrocchie, lo schema di preghiera predisposto dal Rettore don Gian Paolo Marchetti invitava a pregare, oltre che per i nostri seminaristi, anche per l’ordinazione presbiterale di Francisco.

Il tempo che separa dalla data del 20 maggio sarà, dunque, un tempo ancor più intenso di preghiera per accompagnare don Francisco verso questo momento fondamentale e decisivo della sua vita personale e del suo cammino di vocazione. Per la Chiesa diocesana è davvero una grazia, visto che le ultime ordinazioni risalgono ormai al 28 giugno 2014 con don Marco Gentile, don Marius Balint e don Stefano Papini. In questi tre anni alcuni sacerdoti sono deceduti (don Umberto Ottolini, don Armando Ferraro, don Vittorio Lauri e, pochi giorni fa, don Andrea Dzwonkowski) e c’è sempre bisogno di nuovi “operai” nella vigna, affinché tutta la comunità cristiana sia confermata, incoraggiata, accompagnata, aiutata, sostenuta attraverso i sacramenti.

Francisco aveva ricevuto il diaconato il 29 ottobre scorso, in Cattedrale. Il vescovo Rodolfo lo ha destinato alla parrocchia di Castiglione della Pescaia, dove con entusiasmo e passione sta svolgendo il suo ministero e dove continuerà anche dopo che sarà diventato prete. In precedenza, negli anni della formazione, ha prestato servizio nelle parrocchie del Sacro Cuore e della Santa Famiglia. E proprio a Castiglione don Francisco celebrerà la sua prima Messa domenica 21 maggio, al mattino, per iniziare così quel cammino di perfezione e di sequela più piena di Cristo a servizio della porzione di Chiesa che è in Grosseto.

Francisco è nato ad Apatzingan, nello Stato del Michoacan, in Messico, il 4 ottobre 1981, ultimo di sei figli. Ha una sorella suora. A 14 anni è entrato in Seminario per studiare. Terminato il liceo, Francisco è rimasto in Seminario ed ha studiato per quattro anni Filosofia. Al termine del quinto anno ha deciso di trasferirsi a Jucalacara lavorando, la mattina, in un’azienda che produceva fibbie per le cinture e studiando storia nel pomeriggio. Venuto in contatto con i monaci cistercensi, nel 2006 decide di entrare in monastero. Arriva in Italia nel 2007 e matura la scelta della vita sacerdotale. Dopo un colloquio con il rettore don Gian Paolo Marchetti e la frequentazione dei “finesettimana in Seminario”, nel 2013 ha fatto ingresso come seminarista a Grosseto.

In Seminario, intanto, continuano il loro cammino di studio e di formazione i seminaristi Samuele Montefalchesi, Andrea Pieri e Gennaro Bocola, mentre altri tre giovani hanno iniziato un loro percorso di discernimento più approfondito.