Condividi

“La bellezza della comunione”: il 25 aprile meeting dei giovani a Nomadelfia

“La bellezza della comunione”: il 25 aprile meeting dei giovani a Nomadelfia

Iniziativa delle diocesi di Grosseto e Pitigliano-Sovana-Orbetello. La mattina presentazione del percorso GrEst diocesano "Onda perfetta"

Con la domenica delle Palme si è aperto ufficialmente, nella Chiesa, il percorso verso il Sinodo dei giovani.

La nostra diocesi, attraverso il servizio di pastorale giovanile, offrirà un momento di incontro e di festa ai giovani il 25 aprile, attraverso la nuova iniziativa “La Bellezza della comunione”. Sarà infatti un meeting che coinvolgerà i ragazzi di Grosseto e quelli della diocesi di Pitigliano-Sovana-Orbetello.

L’appuntamento è a Nomadelfia.

La mattina sarà dedicata alla presentazione del GrEst 2017 proposto dalla Pastorale Giovanile, dal titolo «Onda perfetta-Prendi il largo e gettate le vostre reti». È un percorso sulla figura di Pietro e, attraverso di lui, sulla vita come risposta ad un progetto d’amore.

“Alla mattinata – spiega don Stefano Papini, responsabile della pastorale giovanile diocesanasono invitati gli animatori delle parrocchie interessate a conoscere questa proposta, sia che abbiano già vissuto l’esperienza dei GrEst o che vogliano informarsi/provare per la prima volta”.

Al pomeriggio, dopo il pranzo al sacco, l’invito si allarga: tutti i giovani della Diocesi di Grosseto e della Diocesi di Pitigliano-Sovana-Orbetello. Dalle 14.30, dopo un grande gioco, incontreranno, suddivisi in ragazzi delle superiori e giovani universitari, don Luigi Maria Epicoco, con un’attività di annuncio e
laboratorio molto coinvolgente; poi avranno l’opportunità di incontrare una coppia di giovani sposi vicentini, i “Mienmiuaif”, che cantano la bellezza e l’azzardo di far famiglia oggi; le giovani religiose del Monastero “Janua Coeli” di Sorano e i giovani dell’Unitalsi, che racconteranno l’esperienza di Loreto Giovani, ma soprattutto la loro esperienza di servizio con la normalità della sofferenza.

Annuncio, incontro, famiglia, preghiera, fragilità, comunione: saranno queste le coordinate di una giornata che si preannuncia ricca di spunti.