Condividi

I “Thè di Toscanaoggi”: il programma 2017/18

I “Thè di Toscanaoggi”: il programma 2017/18

Dal 22 novembre al 18 aprile sei appuntamenti cultural-conviviali per gli abbonati al settimanale diocesano

Sono diventati anche a Grosseto, dopo Firenze e Prato, un appuntamento abituale legato al nostro settimanale diocesano.

Sono i “Thè di Toscana Oggi”,  gli appuntamenti culturali e conviviali riservati agli abbonati, ma aperti anche a coloro che, intervenendo, sottoscrivono un nuovo abbonamento.

Siamo ormai alla quarta edizione di questa iniziativa che anno dopo anno è cresciuta, si è strutturata ed è entrata nella consuetudine di quanti possono dedicare un pomeriggio al mese per approfondire temi di vario genere con relatori sempre qualificati e disponibili all’incontro. Il pomeriggio si conclude con una buona tazza di tè caldo e qualche dolcetto, così da vivere un momento di amicizia e legarsi con sempre più affetto al giornale.

Non cambia il giorno, un mercoledì al mese, mentre novità riguardano in parte il format e i luoghi.

Sei gli incontri, da novembre ad aprile: quattro nella sala san Lorenzo del palazzo vescovile (ingresso da corso Carducci 11), due nella sala san Paolo del Seminario. Uno di questi appuntamenti, il pomeriggio del 24 gennaio, festa di san Francesco di Sales, patrono dei comunicatori, vedrà per il secondo anno consecutivo svolgersi la Giornata della buona comunicazione, promossa dall’ufficio diocesano delle comunicazioni sociali e da Toscana Oggi e sarà un pomeriggio aperto a tutti. Ad animarlo, con inizio alle 17 (e non alle 16 come gli altri incontri) sarà don Alessandro Andreini, giornalista, coordinatore della pastorale culturale per la Conferenza Episcopale Toscana e membro della comunità di san Leolino. A proposito di buona comunicazione, don Andreini passerà in rasegna le “fake news” nel Vangelo, cioè episodi narrati dagli evangelisti nei quali traspare come anche all’epoca di Gesù si facesse, da parte del potere pubblico, un uso “addomesticato” dei fatti, veicolando magari qualche “bufala” per imbonire il popolo.

Ad aprire la quarta stagione dei “Thè” sarà, come nelle tre precedenti edizioni, Elena Giannarelli, docente dell’Università di Firenze, che mercoledì 22 novembre (ore 16, sala san Lorenzo) tratterà un tema curioso, legato al nostro territorio: Come ti chiami? Un viaggio tra i cognomi della Maremma”. Si passa poi a mercoledì 20 dicembre: Claudia Gennari, docente di storia dell’arte alle scuole Chelli, offrirà una carrellata di opere d’arte sulla nascita di Cristo: “È Natale! La pittura racconta la Natività”. Anche questo secondo appuntamento sarà alla sala san Paolo. Nel 2018, dopo l’incontro del 24 gennaio, al “Thè” del 21 febbraio, in palazzo vescovile, Edoardo e Rossano Marzocchi (quest’ultimo collaboratore storico di Toscana Oggi) indagheranno il rapporto tra il territorio e il linguaggio, tema oggetto anche di una loro prossima pubblicazione. L’incontro si intitolerà, infatti, “Maremma voce dell’anima. Rapporto tra territorio e linguaggio”. Penultimo appuntamento il 21 marzo: ai “Thè” sarà presentato il video “Nomadelfia. La comunità fondata da don Zeno”, ideato e realizzato da Adalberto Campagna e Luciano Guerrini. Ultimo appuntamento il 18 aprile, con Alberto Breschi che parlerà di “Sicurezza in casa: quante trappole nascoste!”.