Condividi

Immacolata Concezione, il 29 novembre inizio della Novena in Cattedrale

Immacolata Concezione, il 29 novembre inizio della Novena in Cattedrale

Le meditazioni quest'anno sono affidate al novello sacerdote don Francisco Iniguez Padila

Con la celebrazione della solennità di Cristo Re, domenica 26 novembre, si aprono i giorni che conducono verso l’inizio dell’Avvento, il tempo dell’attesa per eccellenza. E dentro il tempo dell’Avvento la prima solennità che ci viene incontro è l’Immacolata Concezione.

Già celebrata dall’XI secolo, la solennità dell’Immacolata Concezione della Vergine Maria si inserisce nel contesto dell’Avvento e del Natale, congiungendo l’attesa messianica e il ritorno glorioso di Cristo con la memoria della Madre. In tal senso questo periodo liturgico deve essere considerato un tempo particolarmente adatto per il culto della Madre del Signore.

Il dogma dell’Immacolata fu proclamato da papa Pio IX nel 1854 con la bolla “Ineffabilis Deus” che ha sancito in via definitiva che la Madonna sia stata preservata immune dal peccato originale fin dal primo istante del suo concepimento. Anche quest’anno, per preparare il cuore a questa solennità, il Capitolo della Cattedrale insieme alla congregazione Madonna delle Grazie propone ai fedeli la Novena, che avrà inizio il 29 novembre e si concluderà il 7 dicembre con la Messa vigiliare alle 18 in Duomo.

Quest’anno a offrire le meditazioni giornaliere è stato chiamato don Francisco Iniguez Padilla, novello sacerdote della nostra diocesi (è stato ordinato lo scorso 20 maggio dal vescovo Rodolfo), attualmente vicario parrocchiale a Castiglione della Pescaia.

Il programma

La novena, come consuetudine, si terrà ogni pomeriggio alle 17.30 in Cattedrale, anticipata alle 17 nei giorni di sabato e domenica. Nei giorni feriali sarà pregato comunitariamente il Rosario dinanzi all’altare della Madonna delle Grazie con l’ascolto di meditazioni legate al mistero pregato nel giorno. Poi il canto del Salve Regina, il saluto del celebrante e il bellissimo canto del Tota Pulchra. Dopo la lettura tratta dalle Scritture, la meditazione di don Francisco, quindi il canto del Magnificat e l’esposizione del Santissimo Sacramento per un tempo di preghiera di adorazione silenziosa. Quindi il prefazio, le preci, il Padre Nostro, la distribuzione della comunione eucaristica, il canto del Tantum Ergo, le acclamazioni e la conclusione con l’Angelus.

Nei giorni di sabato e domenica dopo la recita del Rosario, il canto del Tota Pulchra e la preghiera comunitaria dei Vespri.

Venerdi 8 dicembre alle 11 solenne Pontificale del vescovo Rodolfo. Alle 17.30 il Vescovo sarà nella parrocchia di Roselle, nel giorno della sua festa, essendo intitolata all’Immacolata. Presiederà la Messa e amministrerà la Cresima a un gruppo di ragazzi della comunità.