Condividi

Domenica 6 maggio a Vallerotana la prima “Festa dei campi”

Domenica 6 maggio a Vallerotana la prima “Festa dei campi”

Nuova iniziativa della comunità di Roselle, in continuità con la Festa di Dio nel creato

Lo aveva annunciato a gennaio, in occasione della Festa di Dio nel creato 2018, che coincide con la memoria di sant’Antonio abate: “Quest’anno, a maggio, proporremo la festa dei campi“», aveva detto don Pier Mosetti, parroco di Roselle e Batignano. E la festa arriva.

Domenica 6 maggio, a Vallerotana, nella cappella rurale intitolata proprio al santo patrono degli animali, si terrà la prima edizione di questa iniziativa comunitaria.

“Sarà un gesto semplice, ma che vuol rappresentare un atto di gratitudine al Creatore per i beni della terra e un modo per ricordare a noi stessi quale deve essere il giusto rapporto con la terra, con la natura in genere e con ciò che essa ci restituisce in prodotti”, commenta don Pier Mosetti.

Il 6 maggio, dunque, alle 10 sarà celebrata la Messa, a cui seguirà la benedizione dei campi circostanti la zona della cappella rurale. “Vorremmo che questo appuntamento diventasse la naturale continuazione della Festa di Dio nel creato, che celebriamo a gennaio – dice ancora don Mosetti – Se in quella occasione celebriamo Dio nelle sue creature animali, per ringraziarlo della loro presenza e dell’aiuto che danno all’uomo, con la festa dei campi
intendiamo celebrare Dio datore dei doni della terra, frutto certamente del lavoro dell’uomo e della sua fatica, ma benedetto dal Signore. Non è una visione sorpassata, ma attualissima ed in linea con quanto anche papa Francesco suggerisce nella sua enciclica Laudato sii quando parla di ecologia integrale”.