Condividi

Giovedi 31 maggio Messa e Processione per il Corpus Domini

Giovedi 31 maggio Messa e Processione per il Corpus Domini

La liturgia è presieduta dal Vescovo, concelebrano i parroci delle parrocchie della città. Sono invitati i bambini che hanno ricevuto la Prima Comunione

Giovedì 31 maggio, festa della Visitazione, si celebra il Corpus Domini.

Nella cattedrale di San Lorenzo, la sera alle 20.30 il vescovo Rodolfo presiederà la solenne Eucaristia insieme ai parroci delle parrocchie della zona pastorale urbana e ai fedeli, per poi guidare la processione eucaristica, che come di consueto, si snoderà per le vie del centro, attraversando piazza Duomo, piazza Dante, strada Ricasoli, Porta Vecchia, piazza del Mercato, via Ximenes, via Gramsci, Porta Corsica, piazza Gioberti, via Manin, piazza Duomo. La processione si concluderà in cattedrale, dove il Vescovo impartirà la benedizione eucaristica.

Sono particolarmente invitati a partecipare a questo gesto di fede comunitario i catechisti con i bambini che nelle domeniche di maggio hanno ricevuto la Prima Comunione.

La solennità del Corpus Domini è una delle principali dell’anno liturgico. Rievoca la liturgia della Messa in Coena Domini del Giovedì Santo. Essa si deve alla verso l’Eucaristia sviluppatasi nel corso del XII secolo, in relazione principalmente agli errori di Berengario di Tours circa la transustanziazione. Papa Urbano IV, sollecitato dal vescovo Enrico di Gheidria e commosso anche dal miracolo di Bolsena (1263), estese la festa a tutta la Chiesa e ne fissò la festa al giovedì dopo l’ottava di Pentecoste; ciò fece con la bolla Transiturus de hoc mundo (11 agosto 1264). In Italia e in quelle nazioni dove la solennità non è festa civile, il Corpus Domini si celebra la domenica successiva al giovedì dopo l’ottava di Pentecoste, in conformità con le Norme generali per l’ordinamento dell’anno liturgico e del calendario.