Condividi

Giornata missionaria mondiale: a Grosseto seminaristi del Pontificio Collegio Urbano

Giornata missionaria mondiale: a Grosseto seminaristi del Pontificio Collegio Urbano

Verranno accolti nelle parrocchie della Cattedrale, Sacro Cuore, Addolorata, San Francesco, Cottolengo , Santa Lucia ed Alberese

“Giovani per il Vangelo”, è lo slogan per la Giornata missionaria mondiale 2018, che si celebra domenica 21 ottobre, in linea con i contenuti della XV Assemblea Generale Ordinaria del Sinodo dei Vescovi, in corso a Roma: “I giovani, la fede e il discernimento vocazionale”. Il tema generale della Giornata è infatti: “Insieme ai giovani, portiamo il Vangelo a tutti”.

“Questo slogan – spiega l’ufficio missionario diocesano – si presta a una doppia lettura. Ha innanzitutto una forte valenza vocazionale: abbiamo bisogno di giovani disposti a spendersi per l’annuncio e la testimonianza del Vangelo, a mettere in gioco la propria vita per la causa del Regno. In secondo luogo, ci richiama alla permanente freschezza dell’impegno missionario, che deve caratterizzare tutti i credenti e le comunità cristiane nel loro complesso, indipendentemente dall’età anagrafica”.

Sabato 20 e domenica 21 ottobre, come lo scorso anno , saranno presenti a Grosseto alcuni seminaristi del Pontificio Collegio Urbano di Roma. Il Collegio Urbano “de Propaganda Fide” è il Seminario Maggiore della Congregazione per l’Evangelizzazione dei Popoli in esso sono ospiti i seminaristi provenienti dall’Africa, dall’Asia e dall’Oceania. Fu costituto in Roma da Papa Urbano VIII e, fedele alle intuizioni delle origini e in piena sintonia con gli insegnamenti del Concilio Vaticano II, la plurisecolare esperienza formativa del Pontificio Collegio Urbano riconosce il valore inestimabile di un clero autoctono. Infatti, l’opera dell’evangelizzazione mette più profonde radici quando “le varie comunità di fedeli traggono dai propri membri i ministri della salvezza, che nell’ordine dei vescovi, dei sacerdoti e dei diaconi servono ai loro fratelli” (Ad Gentes, n. 16).

A distanza di secoli il Collegio, continua anche oggi a rispondere al suo iniziale scopo: formare e qualificare i futuri sacerdoti dei territori di missione e delle giovani Chiese.

I seminaristi verranno accolti nelle parrocchie del Sacro Cuore, Addolorata, San Francesco, Duomo, Cottolengo , Santa Lucia ed Alberese e con la loro testimonianza ci introdurranno nella storia e nella vita dei cristiani che sono perseguitati nei loro luoghi di provenienza. Nelle loro vite e nei loro volti c’è il Volto del Signore, volto sfigurato dalla sofferenza, ma anche il volto del Signore Risorto; incontrandoli, parteciperemo anche noi alle loro sofferenze e alle loro speranze.