Condividi

Nove giovani e un sacerdote da Grosseto a Panama per la 34^ Gmg

Nove giovani e un sacerdote da Grosseto a Panama per la 34^ Gmg

Il 16 dicembre i pellegrini hanno ricevuto il mandato dal vescovo Rodolfo

Nove giovani di Grosseto e un sacerdote sono diretti a Panama, dove dal 14 al 27 gennaio vivranno l’esperienza della 34^ Giornata mondiale della gioventù, il grande raduno planetario dei giovani dei cinque continenti con il Papa. “Inventata” da san Giovanni Paolo II sul finire degli anni ’80, la Gmg si tiene ogni due anni a livello mondiale in un Paese scelto dallo stesso Pontefice, e negli altri anni viene vissuta a livello diocesano. Ai nove giovani grossetani si aggiungerà anche un ragazzo di Pisa.

La settimana vera e propria della Gmg nel Paese centramericano avrà inizio il 21 gennaio, ma nella settimana precedente avranno luogo i gemellaggi con le diocesi panamensi, che accoglieranno i pellegrini suddivisi per nazionalità. Gli italiani (un migliaio) saranno ospiti della diocesi di Chitré, al nord della penisola di Azuero. Alloggeranno in famiglie che apriranno le loro case all’accoglienza dei giovani pellegrini. Nei giorni del gemellaggio saranno coinvolti in varie attività proposte dalla Chiesa locale.

Poi il 21 gennaio il trasferimento a Panama city, metropoli di 900mila abitanti. I giovani della nostra Diocesi, con tutti i pellegrini italiani, saranno accolti dalla parrocchia Nostra Signora di Guadalupe, dove effettueranno anche le catechesi mattutine condotte da alcuni vescovi sul tema della 34^ Gmg: “Ecco la serva del Signore; avvenga per me secondo la tua parola”.

Papa Francesco arriverà a Panama il 23 gennaio. Il giorno dopo, nel campo Santa Maria la Antigua – Cinta Costera, presiederà la cerimonia di accoglienza e di apertura ufficiale della Gmg, poi il 25, al mattino, sarà nel Centro de Cumplimiento de Menores Las Garzas de Pacora dove presiederà la liturgia penitenziale con giovani detenuti, mentre nel pomeriggio assisterà alla Via Crucis dei giovani. Infine il 26 gennaio pranzerà con alcuni giovani e la sera, al Campo San Juan Pablo II, presiederà la veglia. La Gmg si concluderà domenica 27 gennaio con la Messa alle 8 del mattino. I pellegrini grossetani dal 28 al 30 gennaio effettueranno un giro turistico a Panama prima di imbarcarsi sull’aereo e rientrare in Italia.

“Quello che ci sta portando verso Panama – commenta don Stefano Papini, responsabile diocesano della pastorale giovanile, che fa parte del gruppo dei pellegriniè stato un percorso intenso di preparazione, sia sul piano spirituale, perché chi ha deciso di partire sta puntando molto su questa esperienza, sia dal punto di vista umano. Fin da subito, infatti, i ragazzi si sono dati da fare per raccogliere fondi, così da sostenere l’impegno economico di chi sarebbe partito e delle loro famiglie. Da dicembre 2017 ad oggi sono state organizzate tante iniziative, che hanno permesso di raccogliere poco meno di 8mila euro. Se, dunque, c’è una ricaduta della Gmg di Panama, prima ancora di viverla, essa è umana: questi ragazzi sono “pronti” perché si sono scrollati di dosso la paura della fatica. C’è in loro un ter-reno già dissodato”.

Il 16 dicembre scorso, in occasione dell’inizio della novena dei giovani in preparazione al Natale, i pellegrini hanno ricevuto il mandato dal vescovo Rodolfo, per sottolineare come essi partono in nome della Chiesa di Grosseto. Ogni ragazzo ha ricevuto la benedizione, insieme ad un piccolo dono: un portachiavi, segno semplice del legame con la Diocesi, che i giovani porteranno con loro per sentirsi accompagnati verso un’esperienza forte di fede e di Chiesa.