Condividi

Col circolo “DieciMuse” itinerario cinematografico sulla speranza

Col circolo “DieciMuse” itinerario cinematografico sulla speranza

Cinque proiezioni, dal 13 febbraio all'8 maggio, per indagare questa virtù. Ecco il programma e come partecipare

Sarà la speranza il filo conduttore della nuova rassegna cinematografica promossa e organizzata dal circolo “DieciMuse” presso la sala di comunità “Agorà”, nella parrocchia dell’Addolorata, a Grosseto.

A partire dal 13 febbraio fino all’8 maggio, il circolo proporrà un percorso in cinque tappe, tutte legate dal tema scelto per questa rassegna: “Nell’attesa della beata speranza”.

Il primo film che sarà proiettato (il 13 febbraio) è “L’altro volto della speranza” (titolo originale Toivon tuolla puolen) pellicola drammatica del 2017 per la regia di Regia di Aki Kaurismäki. Racconta la storia di Khaled, rifugiato siriano che ha raggiunto Helsinki dove ha presentato una domanda di asilo che non ha molte prospettive di ottenimento e di Wilkström, un commesso viaggiatore che vende cravatte e camicie da uomo. I due si incontreranno e Khaled riceverà aiuto da Wilkström ricambiando il favore. Nella società che li circonda non mancano però i rappresentanti del razzismo più becero.

Il 6 marzo sarà la volta di “La ricerca della felicità” (2006), una produzione americana per la regia di Gabriele Muccino, con un grande Will Smith. Chris Gardner è un brillante venditore senza fortuna nella San Francisco degli anni ’80. Padre affettuoso di Christopher, un vivace bambino di cinque anni, e marito di una scontrosa compagna, Chris fatica a sbarcare il lunario. La moglie, incapace di reggere la crisi, abbandona marito e figlio per cercare fortuna a New York. Rimasto solo, Chris cerca tenacemente e ottiene un posto da stagista non retribuito presso una società di consulenza finanziaria. Senza stipendio, sfrattato dall’appartamento e poi dalla stanza di un infimo motel, Chris e il suo bambino cercheranno di sopravvivere dormendo nei ricoveri per i senza tetto o nei bagni pubblici della metropolitana. Indossando sempre il suo abito migliore e l’orgoglio di chi non vuole mollare, Chris troverà una porzione di felicità.

Il 20 marzo sarà proposto “Samba”, film del 2014 di Eric Toledano e Olivier Nakache. Samba Cissé è un immigrato francese che viene dal Senegal. Lavora come lavapiatti in un ristorante. È clandestino e vive in Francia da dieci anni. Per pagarsi la scuola di cucina, si impegna da sempre in vari lavoretti, mentre vive con lo zio nella speranza di poter finalmente ottenere il documento di soggiorno. Il destino di Samba si incrocia con quello di Alice, una dirigente d’azienda che, dopo un esaurimento nervoso, decide di cambiare vita, iniziando a fare la volontaria per un’associazione che aiuta i clandestini.

Il 19 aprile sarà la volta di un altro film di grande successo: “Il cammino per Santiago”, pellicola del 2010 scritta e diretta da Emilio Estevez. Racconta la storia di Tom, medico oftalmologo americano di successo, che
dopo la morte del figlio sui Pirenei, decide, con la scatola delle ceneri del figlio nello zaino, di completare il cammino verso Santiago, che il giovane aveva avviato. Lungo la via, l’incontro con tre inattesi compagni di strada lo strapperà alla solitudine.

La rassegna si concluderà l’8 maggio con lo straordinario “Wonder”, film del 2017 diretto da Stephen Chbosky. Racconta la storia di Auggie Pullman, bambino di 10 anni affetto da una grave anomalia cranio-facciale e del suo complesso inserimento nel mondo della scuola, dove dovrà fare i conti con la cattiveria dei compagni. Arrabbiato e infelice, il ragazzino fatica a integrarsi, fino a quando un’amicizia si profila all’orizzonte. Un amore altro rispetto a quello materno.

Ogni proiezione ha inizio alle 20.30. Per assistervi occorre sottoscrivere la tessera del circolo «DieciMuse».