Condividi

Sabato 4 e domenica 5 maggio le Feste quinquennali della Madonna delle Grazie

Sabato 4 e domenica 5 maggio le Feste quinquennali della Madonna delle Grazie

Ecco il programma delle due giornate

Sabato 4 e domenica 5 maggio 2019 la Chiesa di Grosseto celebra solennemente le Feste quinquennali della Madonna delle Grazie, patrona con san Lorenzo, della Città e della Diocesi

Ogni anno, da secoli (salvo rare interruzioni), la prima domenica di maggio la Diocesi di Grosseto festeggia la Madonna delle Grazie, la cui immagine dipinta da Matteo di Giovanni, dalla fine del ‘400, è venerata nella cattedrale di San Lorenzo. Ogni cinque anni i festeggiamenti si fanno ancor più solenni, con l’immagine della Madonna che viene portata processionalmente per le strade di Grosseto.

Per preparare adeguatamente questo momento, il vescovo Rodolfo ad ottobre 2018, in occasione dell’86esimo Pellegrinaggio diocesano al santuario di Montenero, ha indetto la “Peregrinatio Mariae”: l’immagine della Madonna delle Grazie, nella riproduzione realizzata a fine anni ’90 dal pittore grossetano Claudio Amerighi su commissione del Capitolo della Cattedrale, ha visitato ciascuna delle 50 parrocchie della Diocesi. La peregrinatio ha avuto inizio nel pomeriggio di sabato 1 dicembre dalla parrocchia di Roselle e si concluderà il 3 maggio nella parrocchia di San Francesco.

L’immagine della Madonna delle Grazie sabato 4 maggio farà ritorno in cattedrale ed inizieranno i festeggiamenti solenni.

  • 4 maggio: il cardinale Scola a Grosseto

Per l’occasione, sabato 4 maggio sarà a Grosseto il cardinale Angelo Scola, arcivescovo emerito di Milano, dal 1991 al 1995 vescovo di Grosseto. Il cardinale, alle 16, nella sala Friuli del convento di San Francesco presenterà la sua autobiografia “Ho scommesso sulla libertà” (Solferino), scritta con la collaborazione di Luigi Geninazzi, giornalista, scrittore ed esperto di politica internazionale. Ripercorrendo la sua vita, il Cardinale offre uno sguardo interessantissimo sugli ultimi decenni di storia della Chiesa e del Paese, con una lucidità e originalità di analisi che lo hanno fatto apprezzare sempre.

Terminata la presentazione, dalla parrocchia di San Francesco si snoderà una breve processione per il rientro dell’immagine della Madonna delle Grazie in Duomo.

Alle 18 la Messa per l’offerta dell’olio alla lampada votiva che arde continuativamente dinanzi all’immagine della Madonna delle Grazie. Presiederà la liturgia lo stesso cardinal Scola, mentre ad offrire l’olio per la lampada votiva saranno, quest’anno, secondo un calendario diocesano, le Parrocchie di Alberese, Rispescia e Principina Terra.

Animeranno la Messa i cori parrocchiali della Diocesi diretti da Luca Bernazzani, responsabile musica sacra dell’ufficio liturgico diocesano.

Alle 21.30, sempre in Duomo, un omaggio in musica a Maria, offerto dalle corali Puccini e Gaudete.

  • Domenica 5 maggio è la festa solenne della Madonna delle Grazie

Alle 17 il vescovo Rodolfo presiederà, in cattedrale, la Concelebrazione Eucaristica. Animeranno la liturgia le corali Puccini e Gaudete. Al termine, la processione con l’immagine della Madonna delle Grazie per le strade della città.

Itinerario: piazza Duomo, via Manin, porta Corsica, via Gramsci, via Ximenes (lato destro), viale Manetti, corso Carducci, piazza Duomo e benedizione sulla città e sulla Diocesi.

Nel pomeriggio del 5 maggio sono sospese le Messe in tutte le parrocchie.

La festa della Madonna delle Grazie è promossa dalla Diocesi con il Capitolo della Cattedrale e la Congregazione “Madonna delle Grazie”.