Condividi

Nell’atrio del palazzo vescovile domenica 15 dicembre mercatino di lavori natalizi dei detenuti

Nell’atrio del palazzo vescovile domenica 15 dicembre mercatino di lavori natalizi dei detenuti

Iniziativa in collaborazione con la casa circondariale di via Saffi e la Pro Loco

Un mercatino con oggetti realizzati a mano per arricchire l’albero di Natale o decorare spazi della casa e biglietti per fare gli auguri per le imminenti festività.

Sono i lavori dei detenuti della casa circondariale di Grosseto, che saranno messi in vendita, domenica 15 dicembre, grazie ad un piccolo mercatino organizzato dalla casa circondariale e dalla Pro loco cittadina e che verrà allestito nell’atrio del palazzo vescovile, in corso Carducci 11, a Grosseto.

“Si tratta – spiega Eleonora D’amico, responsabile dell’area trattamentale della casa circondariale di Grossetodi una serie di lavori che i detenuti hanno realizzato in queste settimane nell’ambito del laboratorio di disegno che si tiene all’interno della struttura di via Saffi, grazie alle volontarie Stefania Biagini e Giulia Maccanti. E’ un’attività importante – prosegue D’Amico – così come sono importanti tutte le varie attività che vengono realizzate, perché stimolano la socializzazione, l’espressività e in qualche modo anche il bisogno di svago. Abbiamo pensato che fosse bello far conoscere alla città i risultati del lavoro che i detenuti fanno e da qui, grazie alla collaborazione della Pro loco e della Diocesi, è nata l’idea del mercatino, che servirà anche a creare un fondo di solidarietà per far fronte ai bisogni più urgenti di detenuti indigenti. Per questo invitiamo i grossetani a farci visita”.

Il mercatino sarà aperto domenica 15 dicembre dalle 9.30 alle 13 e dalle 16 alle 19.

“Quello tra la casa circondariale di Grosseto e la Pro loco è un rapporto che va avanti da tempo – commenta il presidente Umberto CariniIl nostro vuol essere un ruolo di sostegno, solidarietà e facilitazione anche di un contatto più forte tra la città e la struttura di via Saffi, che è nel cuore del centro cittadino. In varie circostanze abbiamo partecipato ad iniziative fatte all’interno della casa circondariale, soprattutto di tipo culturale e ricreativo, e ben volentieri anche stavolta ci mettiamo a disposizione nel dare un aiuto per realizzare questo mercatino”.