Condividi

La mensa di Caritas è “plastic free”

La mensa di Caritas è “plastic free”

Introdotte le stoviglie monouso per dare un segnale concreto di attenzione alla "casa comune"

La mensa della Caritas diocesana è diventata plastic free. Dal 17 novembre scorso, quando, in occasione della terza giornata mondiale dei poveri, una trentina di persone abitualmente ospiti della mensa di via Alfieri, hanno pranzato assieme al vescovo in Episcopio, Caritas ha bandito la plastica per “convertirsi” totalmente all’uso di stoviglie monouso.

Caritas segue, così, il buon esempio dato dallo Stato Vaticano, impegnato a diventare totalmente plastic free entro la fine dell’anno. Già da mesi, infatti, i responsabili del Servizio Giardini e Nettezza urbana del Vaticano hanno dato lo stop alla vendita della plastica monouso.

“Più modestamente, ma con altrettanta convinzione, anche la Caritas diocesana di Grosseto vuol lanciare un segnale preciso al territorio, che non è solo di tutela ambientale, ma di prospettiva”, commenta il vice direttore Luca Grandi. D’altra parte in Cartitas il consumo di plastica è sempre stato notevole, calcolando che mediamente, ogni anno, vengono distribuiti 18mila pasti. “La maggiore attenzione alla nostra casa comune, come dice papa Francesco – prosegue Grandi – rientra nella logica più ampia di contribuire, con gesti concreti, ad un mondo che sia meno inquinato, certo, ma anche più attento al grido degli ultimi”.