Condividi

Dal consorzio Pecorino toscano dop 500 chili di formaggio per Caritas

Dal consorzio Pecorino toscano dop 500 chili di formaggio per Caritas

La donazione servirà a soddisfare il fabbisogno della Bottega della solidarietà e della mensa dei poveri almeno per la metà del 2020

Una donazione di ben 500 chili di pecorino dop da parte del Consorzio tutela del Pecorino Toscano dop è giunta questa mattina in Caritas.

Si tratta di una fornitura particolarmente importante, perché va a soddisfare un fabbisogno ampio. Da un lato, infatti, la gran parte del pecorino donato sarà messo a disposizione della Bottega della solidarietà, in via Pisa, dove un centinaio di famiglie inserite nell’apposito programma di sostegno, hanno la possibilità di fare la spesa gratuitamente, mentre un altro quantitativo sarà a disposizione della mensa dei poveri.

“Sono gesti – dicono il direttore don Enzo Capitani, insieme al vice direttore Luca Grandi e alla responsabile della Bottega Loredana Sauna – che nell’imminenza delle feste natalizie acquistano un significato particolare, perché ci testimoniano che sul nostro territorio c’è ancora un modo di fare impresa orientato non solo al legittimo profitto, ma anche ad uno sguardo di attenzione ai bisogni che emergono. E le povertà materiali restano un bisogno evidente, che negli ultimi anni si è andato, purtroppo, cronicizzando. Grazie, dunque, al Consorzio e grazie a tante persone, enti, imprese che colgono il senso e la missione di Caritas, che non è quella di erogare servizi, ma di allenare il cuore della comunità intera alla carità, cioè ad un amore che non giudica, non fa preferenze, non etichetta”.