Condividi

Nota sulle manifestazioni religiose e popolari dell’estate 2020

Nota sulle manifestazioni religiose e popolari dell’estate 2020

Diocesi, Prefettura, Questura e Comuni di Grosseto e Castiglione hanno convenuto che non vi siano le condizioni per svolgere in sicurezza la processione cittadina in onore di San Lorenzo, la sera del 9 agosto; la processione a mare in onore della Madonna Assunta, a Castiglione della Pescaia, la sera del 14 agosto; la processione in onore di San Rocco, a Marina di Grosseto, la sera del 16 agosto

Siamo ormai prossimi a varie celebrazioni che, sul piano religioso e popolare, connotano l’estate della nostra città e di altre importanti località della Diocesi (9 agosto a Grosseto –  Processione di San Lorenzo; 14 agosto a Castiglione della Pescaia – Processione a mare dell’Assunta; 16 agosto a Marina di Grosseto – Processione di san Rocco).

            Siamo coscienti dell’attaccamento e del desiderio dei fedeli e di tutti che tali espressioni, che fan parte della nostra tradizione, si mantengano vive. Ma viviamo questo ancora nei condizionamenti della pandemia.

            Nelle scorse settimane c’è stata una interlocuzione tra la Conferenza Episcopale Italiana e Ministero dell’Interno in merito alle processioni (Nota del 12 giugno 2020)

            Se, in teoria, le processioni si possono svolgere, seguendo però tutta una serie di precauzioni al fine di evitare ogni tipo di aggregazione o assembramento dei fedeli, in concreto le stesse indicazioni rendono quasi impossibile gestire la situazione nei tre casi nominati, nei quali si tratta di manifestazioni che, per consuetudine, richiamano centinaia e centinaia di persone.

            Per questo il Vescovo ha invitato le autorità, a cui compete la gestione dell’ordine pubblico e le Amministrazioni interessate, ad un incontro nel quale si è approfondito il tema.

             Considerato tutto, pur con dispiacere, sapendo quanto per tutti noi sia significativa la processione nelle feste citate, ma con senso di responsabilità, è stata stesa la seguente nota.

NOTA SULLE MANIFESTAZIONI RELIGIOSE E POPOLARI DELL’ESTATE 2020

Grosseto – Avvicinandosi le date che, nel periodo estivo, segnano alcuni tra i più significativi momenti di festa del territorio, si è reso utile un confronto tra Istituzioni per definire una linea comune volta a contemperare il diffuso desiderio dei cittadini di celebrare tali ricorrenze, con le misure di sicurezza sanitaria e sociale per contenere il Covid-19.

Per tale motivo, nella giornata di mercoledì, nei locali della Curia vescovile di Grosseto, si sono ritrovati, per un incontro, il vescovo Rodolfo Cetoloni; il prefetto Fabio Marsilio; il questore Domenico Ponziani; il vice sindaco di Grosseto e assessore alla cultura e turismo, Luca Agresti; il sindaco di Castiglione della Pescaia Giancarlo Farnetani.

Si è così convenuto, alla luce delle disposizioni vigenti e della necessità di evitare occasioni che favoriscano assembramento di persone, che quest’anno non vi siano le condizioni per svolgere in sicurezza la processione cittadina in onore di San Lorenzo, la sera del 9 agosto; la processione a mare in onore della Madonna Assunta, a Castiglione della Pescaia, la sera del 14 agosto; la processione in onore di San Rocco, a Marina di Grosseto, la sera del 16 agosto.

E’ stato anche convenuto di non tenere né a Marina di Grosseto né a Castiglione della Pescaia i tradizionali spettacoli pirotecnici.

E’ evidente a tutti che tali scelte, non facili da assumere, sono finalizzate ad evitare che si creino involontarie condizioni per una ripresa aggressiva del virus. Seppur rattrista dover comunicare tali decisioni alla popolazione, si confida nella comprensione dei cittadini a motivo della eccezionalità del momento.

Per quanto, in particolare, riguarda le Celebrazioni Laurenziane, momento più alto di identità cittadina, si sta lavorando a gesti che possano comunque aiutare i grossetani a riflettere, attraverso la figura eroica del martire Lorenzo, sul particolare momento che stiamo attraversando e su che cosa esso possa consegnare alla comunità civile come insegnamento.