Condividi

L’88° Pellegrinaggio diocesano a Montenero si farà. Ecco come

L’88° Pellegrinaggio diocesano a Montenero si farà. Ecco come

Numeri contingentati in Santuario: la Diocesi organizza un unico pullman

E’ un appuntamento molto sentito, che si rinnova ininterrottamente da 88 anni. E’ il pellegrinaggio che la Diocesi di Grosseto compie ogni anno al Santuario Mariano di Montenero, per consegnare a Maria, patrona della Toscana, il nuovo anno pastorale della nostra Chiesa.

Un pellegrinaggio che quest’anno assume un significato particolare, per il momento complesso che tutti stiamo vivendo a motivo delle norme volte a contrastare il covid-19 e che, per questo, costringono a limitare e rivedere anche quei momenti entrati ormai nella consuetudine di un popolo.

Sarà così anche per l’88° Pellegrinaggio a Montenero, che non potrà tenersi nelle forme consuete.

Il Santuario, infatti, non può contenere più di 90 persone al suo interno.

“La scelta era tra annullare l’appuntamento o ripensarlo mantenendolo nella sua valenza anche simbolica – dicono dall’ufficio liturgico – Con il Vescovo si è valutato che fosse significativo non interrompere la tradizione di questo appuntamento riadattandola alle disposizioni anticovid”.

Il pellegrinaggio si terrà, dunque, sabato 10 ottobre, ma salirà sul colle mariano solo una rappresentanza della Diocesi.

Verrà, infatti, organizzato un pullman che partirà sabato 10 ottobre alle ore 8 davanti al Seminario (via Ferrucci 11). Alle 13 la partenza per il rientro a Grosseto.

Le iscrizioni verranno raccolte in Curia, al mattino (8.30-12) telefonando al numero 0564 29044. Occorrerà versare anche 15 euro come contributo ai costi e ritirare l’apposito pass presso la segreteria di Curia (Daniele).

“Si chiede preferibilmente l’iscrizione di persone congiunte, perché questo consente di occupare entrambi i posti di ogni stallo del bus e quindi di poter trasportare 52 persone”.

Il resto dei posti (38) saranno disponibili per coloro che raggiungeranno il santuario con mezzi propri, ma che dovranno comunque ritirare il pass presso la Curia, onde evitare di vedersi negare l’accesso all’interno della chiesa.

“Del pass avranno bisogno sia coloro che svolgeranno un servizio (organista, cantori ecc…), sia i sacerdoti che intendono intervenire”, specifica l’ufficio liturgico.

“Ci rendiamo conto che è una modalità più complessa rispetto a come siamo stati abituati – dicono ancora dall’ufficio liturgico – Il pellegrinaggio a Montenero ha sempre rappresentato anche un’occasione bella per fare comunità, ma quest’anno, per non essere costretti ad annullare questo momento di fede e di devozione, abbiamo dovuto ovviare per rispettare le disposizioni anticovid. Trasmetteremo la Messa delle ore 11 presieduta dal Vescovo in diretta sulla pagina facebook della Diocesi, così da consentire a coloro che non potranno essere a Montenero di unirsi spiritualmente. A tutti, però, è possibile comunque la preghiera del Rosario per affidare a Maria la nostra Chiesa, il cammino delle parrocchie e l’impegno che spetta ad ogni cristiano di essere come sa e come può annunciatore del Vangelo”.