Condividi

La “Settimana della Bellezza” si fa. In piena sicurezza e con tutte le precauzioni necessarie. Come partecipare

La “Settimana della Bellezza” si fa. In piena sicurezza e con tutte le precauzioni necessarie. Come partecipare

Già sold out l’inaugurazione della mostra sul tondo di Botticelli. Restano aperte le iscrizioni per la lectio magistralis di Mons. Galantino e per lo spettacolo teatrale “Secondo Orfea. Quando l’amore fa miracoli”

“La Settimana della Bellezza si fa. In piena sicurezza e con immutato entusiasmo, perché mai come in questo momento abbiamo bisogno di non lasciarci appesantire l’animo dal momento di nuovo difficile che stiamo tutti condividendo”.

Così il vescovo Rodolfo invita tutti a partecipare, con prudenza ma senza paura, agli appuntamenti per la quinta edizione del festival in programma nelle giornate di venerdi 23 e sabato 24 ottobre.

Tema di questa quinta edizione: “Chi ama dona con gioia”.

L’inaugurazione della mostra “La bellezza svelata”, con al centro il tondo inedito di Sandro Botticelli, dalla collezione Luzzetti, che per la prima volta assoluta viene esposto in pubblico, in programma venerdi alle 17 è già sold out.

Ci sono invece ancora posti disponibili al teatro Moderno per gli eventi in programma sabato.

Alle 15 la lectio magistralis di monsignor Nunzio Galantino, già segretario generale della Cei e attuale presidente dell’Apsa, che offrirà una meditazione su “L’uomo e la donna nel dono della creazione. Dinanzi a tanta profusione di bellezza (cit. Papa Francesco)”. Mons. Galantino ha scelto il settimanale Toscana Oggi per offrire una ampia riflessione sul tema della bellezza in chiave cristiana, che prepara il terreno alla lectio che terrà a Grosseto. “Il brutto non si contrasta con l’indignazione, ma spendendosi per la bellezza. La Chiesa sia diacona di questa Bellezza!”, è la sua esortazione in un passaggio della lunga e ricca conversazione col settimanale diocesano.

Subito dopo, sempre al Moderno, la proiezione di “Una bellissima bugia”, corto del regista grossetano Lorenzo Santoni, presidente e direttore artistico dell’Hexagon Film Festival. Il corto, girato all’interno del Museo diocesano d’arte sacra, è l’occasione per riflettere sul dono e sull’unicità di ogni esistenza. Al termine della proiezione, Santoni dialogherà con Giacomo D’Onofrio, direttore dell’ufficio comunicazioni della Diocesi e responsabile delle pagine diocesane di Toscana Oggi.

Per partecipare al pomeriggio al Moderno occorre iscriversi attraverso l’email: diocesidigrosseto@gmail.com, indicando nome, cognome e recapito telefonico.

A motivo del protocollo anticovid, è consigliabile essere a teatro intorno alle 14.30.

La sera, alle 21, il Moderno ospiterà anche lo spettacolo teatrale “Secondo Orfea. Quando l’amore fa miracoli” di e con Margherita Antonelli, per la regia di Marco Amato.

Per assistere allo spettacolo occorre obbligatoriamente prenotarsi presso la Libreria Paoline, dove sarà rilasciato un biglietto abbinato alla poltroncina del teatro. L’ingresso è a offerta.

Anche in questo caso la raccomandazione è di arrivare in teatro una mezz’ora prima dello spettacolo.

La Settimana della Bellezza è organizzata dall’Ufficio per la pastorale culturale della Diocesi di Grosseto e dalla Fondazione Crocevia e la co-organizzazione di Comune di Grosseto. Gode, inoltre, della collaborazione di altri uffici diocesani: in particolare, l’ufficio scuola-Irc; il servizio di pastorale giovanile; l’ufficio comunicazioni sociali. La “Settimana” vede, poi, e la collaborazione del quotidiano Avvenire con la sua rivista mensile Luoghi dell’Infinito, il cui ideatore e coordinatore è Giovanni Gazzaneo, che è anche presidente di Fondazione Crocevia; della Fondazione Polo Universitario Grossetano, della Fondazione Grosseto Cultura, in modo particolare attraverso il Polo espositivo Clarisse Arte, e del Maam-Museo archeologico e d’arte della Maremma.

  • Gli sponsor

Anche quest’anno, fondamentale è il sostegno di sponsor che ormai si sono legati al festival, credendoci e dimostrandosi sensibili – pur in un momento non facile – a sostenere anche economicamente la cultura. E così la Settimana 2020 può far conto, accanto all’impegno diretto di Diocesi e Fondazione Crocevia, anche del sostegno di: Fondazione Bertarelli come main sponsor. E poi di Fondazione The Rada Zocco Foundation, Conad Grosseto, Azienda Colle Massari, Consorzio di tutela pecorino toscano dop; Libreria Paoline.