Condividi

Marina di Grosseto: dopo oltre 9 anni di servizio di parroco, p. Jose Thomas rientra in India come superiore di una casa di formazione

Marina di Grosseto: dopo oltre 9 anni di servizio di parroco, p. Jose Thomas rientra in India come superiore di una casa di formazione

Il saluto grato del vescovo Rodolfo. Sabato 21 novembre alle 17 Messa di congedo dalla comunità

“Porto con me tanti bei ricordi, ringrazio di cuore tutti Marinesi per questi anni di cammino condiviso accompagnati dalla fede, dalla speranza dalle amicizie e ringrazio tutti per la benevola attenzione verso di me”. Così il carmelitano padre Jose Thomas, per 9 anni e 4 mesi parroco della comunità di Marina di Grosseto, si congeda dalla Parrocchia e dalla Diocesi.

Farà, infatti, ritorno in India, dove i superiori della Provincia Carmelitana di San Giuseppe, del sud Kerala, lo hanno destinato. La sua nuova dimora sarà il convento di Ayroor Kochin, di cui sarà superiore. È una casa di formazione dell’Ordine: qui infatti vivono i frati studenti di

Teologia. Padre Tomas avrà la responsabilità di una comunità di 27 membri, 21 studenti e 6 sacerdoti. Il confratello che gli subentrerà nel servizio di parroco si chiama padre Marcos Moulias e arriverà a gennaio. “Nel frattempo – spiega padre Jose – padre Justin Davidson sarà il sacerdote incaricato della parrocchia”, affiancato dagli altri religiosi che compongono la comunità di Marina.

“Quelli in Maremma – dice l’ormai ex parroco – sono stati anni davvero belli e ricchi di tanti momenti che porterò nel cuore”.

Per salutare Marina e la comunità tutta padre Thomas celebrerà una Messa sabato 21 novembre alle 17.

Il vescovo Rodolfo, in una lettera indirizzata a padre Jose, lo ringrazia del servizio reso alla Chiesa di Grosseto in un decennio: “Sei stato un buon pastore nella Parrocchia di Marina. Ti ringrazio a nome di tutta la Diocesi e del popolo di Dio, che ha servito, per l’impegno, la disponibilità e il senso di partecipazione alla vita di questa Chiesa locale. E’ stato bello vederti arrivare alle riunioni o alle celebrazioni diocesane – continua la lettera – sempre insieme a qualche confratello, segno di quel carisma di comunione fraterna che voi religiosi siete chiamati a testimoniare nella Chiesa. Ora ci dispiace doverti salutare – ti eri davvero inserito nella realtà maremmana – ma siamo grati a te e al tuo Ordine per gli anni che hai donato a noi e ti auguriamo di operare bene in ciò che ora ti viene affidato. Ricordati di noi e di ogni membro della comunità di San Rocco. Da parte mia ti benedico e ti accompagno”, conclude il Vescovo.

I Carmelitani sono a Marina dal 1958. Fino al 2008 convento e parrocchia sono stati affidati ai Frati toscani; dal 2008 officiano i frati della Provincia indiana del Sud/Kèrala.