Condividi

Sinodalità: «ritrovando il senso di comunità, ciascuno potrà trovare in pienezza la propria dignità»

Sinodalità: «ritrovando il senso di comunità, ciascuno potrà trovare in pienezza la propria dignità»

Pubblichiamo l’articolo scritto da don Paolo Gentili, vicario generale della Diocesi, per le pagine diocesane di Toscana Oggi, in vista delle tre giornate di formazione per laici e clero (13-15 settembre 2021), che hanno introdotto il cammino sinodale.

«In questo anno contrassegnato dall’isolamento e dal senso di solitudine causati dalla pandemia (…) abbiamo capito che non possiamo fare da soli e che l’unica via per uscire meglio dalle crisi è uscirne insieme – nessuno si salva da solo, uscirne insieme –, riabbracciando con più convinzione la comunità in cui viviamo»[2].

Così, Papa Francesco, in un incontro con l’Ufficio Catechistico della CEI all’inizio di questo anno esortava a «incominciare un processo di Sinodo nazionale (per l’Italia), comunità per comunità»[3].

Per le Chiese della Maremma questo cammino sinodale ha un terreno fertile nell’opportunità che ci è stata consegnata dallo Spirito il 19 giugno scorso, quando le diocesi di Pitigliano – Sovana – Orbetello e quella di Grosseto sono state unite in persona Episcopi, nell’unico Pastore che è il Vescovo Giovanni. Sarà quindi proprio la sinodalità il tema centrale di alcuni giorni di formazione per laici e sacerdoti che si ritroveranno presso la Chiesa di Madre Teresa di Calcutta, per riflettere su ciò che alimenta la comunione tra di noi, nella forza del Vangelo.

Lunedì 13 settembre al mattino sarà don Luca Mazzinghi, un rinomato biblista fiorentino, a parlare ai sacerdoti sul tema: «“Tutto il popolo tendeva l’orecchio al libro della legge” (cfr. Neemia 8,3) – L’itinerario sinodale nello stile di Emmaus: la Bibbia posta in mano al popolo di Dio».

È proprio la Parola di Dio infatti che, generando la conversione del cuore, muove verso l’altro e oltre ogni barriera fa fiorire la comunione. È l’esperienza della comunità apostolica che supera le paure e le divisioni e, a partire dal dialogo con Gesù a Emmaus, torna a Gerusalemme per vivere la fraternità dono del Risorto.

Nel pomeriggio di lunedì 13 alle ore 18.00 il Prof. Mazzinghi incontrerà laici e sacerdoti insieme sul tema: «”Per i tuoi santi c’era una luce grandissima” (cfr. Sap 18,1) – Attraversare il deserto della pandemia, guidati dalla Parola». Gli ultimi due anni pastorali sono trascorsi, per le restrizioni del Covid, in una sorta di asfissia spirituale e si avverte l’impellente necessità di momenti in cui ristorare gli animi con il balsamo vivificante della Parola di Dio.

Martedì 14 settembre al mattino sarà  S. Ecc. Mons. Giovanni Roncari ad illuminare i sacerdoti sul tema: «”Sinodo è il nome della Chiesa” (cfr. San Giovanni Crisostomo): in cammino verso il Sinodo della Chiesa Italiana». Ai singoli Pastori infatti è consegnata la responsabilità di esortare il Popolo a rinnovare un’adesione al Vangelo che produca frutti di fraternità.

Spesso è proprio la gioia che traspare in chi ha incontrato Gesù ad attrarre verso la comunità cristiana. Oggi si tratta di superare un certo muro di indifferenza nell’annunciare il kerigma, la buona notizia della salvezza, a chi crede di conoscerla già. Saranno solo comunità gioiose quelle che potranno incantare gli uomini e le donne di oggi, con il fascino della comunione fraterna.

Nel pomeriggio di martedì 14 alle ore 18.00 il Prof. Tonino Cantelmi, Presidente dell’Associazione psicologi e psichiatri cattolici, sposo e padre di 6 figli, incontrerà laici e sacerdoti sul tema: «”Chi non ama il proprio fratello che vede, non può amare Dio che non vede” (cf. 1Gv 4,19) – psicologia del perdono e psicologia della compassione, per andare oltre la rivalità e tessere relazioni umane ed ecclesiali di comunione».

C’è infatti una violenza che serpeggia nei linguaggi, in particolare del web, che non fa crescere il tessuto sociale ed ecclesiale. I cristiani, impregnati di Vangelo, sono chiamati invece ad essere l’anima vivificante di itinerari di riconciliazione.

L’ultima mattinata i sacerdoti la dedicheranno a questioni pratiche della vita ecclesiale, mentre mercoledì 15 settembre alle ore 18.00 Mons. Roncari parlerà a laici e sacerdoti insieme sul tema: «”Il nostro desiderio di vivere il Vangelo e di essere fratelli e sorelle” 1 : vie sinodali per le diocesi di Grosseto e di Pitigliano – Sovana – Orbetello». A partire infatti dalla preghiera alla Madonna delle Grazie che il Vescovo Giovanni ha consegnato al Popolo di Dio, in occasione del suo ingresso a Grosseto, rifletteremo sulle vie concrete del nostro cammino sinodale.

Queste giornate di formazione, che saranno vissute nel pieno rispetto del distanziamento e delle precauzioni dovute alla pandemia, potranno risultare un’iniezione preziosa di fiducia per la ripartenza delle nostre comunità cristiane, irrigate dal Vangelo.


[1] Papa Francesco, Discorso ai partecipanti all’Incontro promosso dall’Ufficio Catechistico della CEI, Città del Vaticano, sabato 30 gennaio 2021.

[2] Cfr. Papa Francesco, Discorso ai partecipanti all’Incontro promosso dall’Ufficio Catechistico della CEI, Città del Vaticano, sabato 30 gennaio 2021.

[3] Papa Francesco, Discorso ai partecipanti all’Incontro promosso dall’Ufficio Catechistico della CEI, Città del Vaticano, sabato 30 gennaio 2021.