Condividi

S.Antonio abate, la benedizione degli animali si fa. Ecco dove e quando

S.Antonio abate, la benedizione degli animali si fa. Ecco dove e quando

Iniziative si terranno dal 15 al 23 gennaio in varie parrocchie

ll 17 gennaio è la memoria liturgica di Sant’Antonio abate, uno dei padri del monachesimo, figura di grande fascino, la cui biografia è una ricchezza di spiritualità enorme. L’abate Antonio è anche il protettore degli animali e da secoli, soprattutto nelle campagne, c’è la consuetudine di benedire gli animali e anche il fuoco e le sementi.

Questa tradizione si rinnova anno dopo anno anche sul nostro territorio. Sono varie le parrocchie che il 17 gennaio o nei giorni immediatamente precedenti o successivi organizzano momenti di incontro e di preghiera in cui vengono benedetti gli animali. Ecco qui alcuni appuntamenti.

Sabato 15 gennaio

Parrocchia Principina Terra, ore 15, sul sagrato

Domenica 16 gennaio

Roselle, presso la cappella rurale di Vallerotana. Alle 10.30 Messa con il vescovo Giovanni per la festa di Dio nel creato 2022. Dinanzi al monumento a sant’Antonio abate benedirà il fuoco, le sementi e gli animali;

parrocchia di San Giuseppe (piazza Sauro) al termine della Messa delle ore 11; a Santa Lucia alle ore 11.15 presso il piazzalone De Amicis, in collaborazione col comitato festeggiamenti di Barbanella.

ad Arcille alle 10 la Messa e a seguire la benedizione così come ad Alberese; a Campagnatico, Messa alle 11.15 presso il Santuario Mariano e benedizione degli animali. Anche a Rispescia benedizione dopo la Messa delle 11.15. Al Puntone di Scarlino nel contesto della Messa delle 8.30; a Scarlino scalo alle 10 e a Scarlino alle 11.15.

Lunedì 17 gennaio

alle ore 16 a Caldana; alle 17 nella parrocchia Madre Teresa di Calcutta (via Stati Uniti, quartiere Cittadella).

Domenica 23 gennaio

a Castiglione della Pescaia, un momento di festa e di preghiera al termine della Messa delle 11 nel campetto retrostante la chiesa di Santa Maria Goretti.

Ogni momento si terrà nel rispetto del distanziamento e con l’obbligo, da parte dei presenti, di indossare la mascherina