Condividi

2 agosto, Perdono d’Assisi: alcune proposte e come ottenere l’indulgenza plenaria

2 agosto, Perdono d’Assisi: alcune proposte e come ottenere l’indulgenza plenaria

“Voglio mandarvi tutti in paradiso”. Fu questa la promessa di Francesco d’Assisi di fronte all’entusiasmo dei perugini che ebbero notizia “in diretta” della concessione, da parte del Papa Onorio III, dell’indulgenza della Porziuncola.

Da allora (era il 1216) l’indulgenza della Porziuncola è diventata uno dei momenti più sentiti dalla gente per riconciliarsi con Dio. Si celebra il 2 agosto: originariamente solo alla Porziuncola, ad Asssisi, poi estesa alle chiese francescane e ormai da anni a tutte le chiese parrocchiali. Francesco, durante una visione di Gesù e della Madonna, ricevette dal Signore la domanda: “Cosa vuoi che faccia per te?” e il santo rispose: “Poiché è un misero peccatore che Ti parla, o Dio misericordioso, egli Ti domanda pietà per i suoi fratelli peccatori; e tutti coloro i quali, pentiti, varcheranno le soglie di questo luogo, abbiano da te o Signore, che vedi i loro tormenti, il perdono delle colpe commesse”.
“Quello che tu chiedi, o frate Francesco, è grande – gli disse il Signore -, ma di maggiori cose sei degno e di maggiori ne avrai. Accolgo quindi la tua preghiera, ma a patto che tu domandi al mio vicario in terra, da parte mia, questa indulgenza”. Francesco si rivolse dunque a papa Onorio, che in quei giorni si trovava a Perugia, e da lui ottenne l’indulgenza della Porziuncola.

In Diocesi l’indulgenza potrà essere lucrataalle condizioni previste dalla Chiesa cattolica (confessione sacramentale; accostarsi alla comunione eucaristica per essere spiritualmente unito a Cristo; pregare secondo le intenzioni del Papa, per rafforzare il legame con la Chiesa; recitare il Credo; visitare una chiesa o oratorio francescano o, in alternativa, una qualsiasi chiesa parrocchiale) – in tutte le chiese parrocchiali, ma ci saranno anche alcuni appuntamenti specifici. In particolare, il vescovo Giovanni la mattina del 2 sarà nella chiesa di Pian d’Alma, dove alle 10 presiederà la Messa alla presenza, tra gli altri, del comitato di gestione della Caritas diocesana. Nella parrocchia di San Francesco Messe alle 7.30 e alle 19 con disponibilità dei frati, durante la giornata, per la confessione. Nella parrocchia di Santa Lucia ore 18.00 – 19.00 tempo per le confessioni individuali; 18.30 rosario; 19.00 Santa Messa animata dalla famiglia francescana; 20.15 cena di autofinanziamento della Gifra; 21.30 – 22.30 tempo per le confessioni individuali; 22.30 compieta