Condividi

Dal 9 al 18 settembre la 54^ Festa di Santa Lucia

Dal 9 al 18 settembre la 54^ Festa di Santa Lucia

Dopo un non breve periodo di assenza dovuto all’emergenza pandemica torna quest’anno per la comunità parrocchiale di Santa Lucia la tradizionale celebrazione dei festeggiamenti per la festa patronale, giunta ormai alla 54^ edizione.

A testimonianza del fertile seme che più di mezzo secolo fa, ormai, i frati cappuccini lasciarono lungo le strade del quartiere di Barbanella, seme che ha fatto crescere e maturare la comunità parrocchiale come casa tra le case, come fonte del villaggio ove ci si può ristorare nel contesto del grande pellegrinaggio della vita cui ognuno è chiamato, la Festa di Santa Lucia ha da sempre rappresentato per la comunità stessa, ma anche per tutto il contesto civile, un’occasione unica per abitare le strade e trasformarle in luoghi di incontri e di comunione.

Alternando momenti propriamente liturgici a momenti ricreativi e di spettacolo, la Festa è divenuta col tempo davvero quel luogo in cui il tessuto cristiano e civile del quartiere – e forse anche di buona parte della città – ha potuto incontrarsi, spinti tutti dall’idea della convivialità, del “fare festa per fare festa“, come ebbe a dire il P. Vittore, primo parroco di Santa Lucia, perché quello sia luogo di vita per tutti.

Così, anche quest’anno, la Festa prevede vari momenti: i festeggiamenti prenderanno avvio venerdì 9 settembre, alle 21, con la solenne Processione per le vie di Barbanella, presieduta da S.E. il Vescovo Giovanni Roncari e alla quale prenderà parte anche la banda musicale cittadina.

Dal giorno successivo, sabato 10 settembre e fino a domenica 18 settembre, poi, apriranno gli stand gastronomici (ristorante e bar) ogni sera (e per le due domeniche anche all’ora di pranzo), oltre agli spazi espositivi ove si potranno anche trovare i lavori portati avanti, per scopi di beneficenza, da alcune realtà parrocchiali. Tutte le sere, poi, sarà aperta la fiera di beneficenza e sarà possibile giocare alla tombola; tutti momenti, insomma, in cui quello della festa non potrà che essere il clima e il contesto che scandirà il tempo. Inoltre, ogni sera sul palco si esibiranno band del territorio, offrendo spettacoli musicali con cover di gruppi e cantautori italiani e stranieri. Tornerà, infine, nel pomeriggio di domenica 18 settembre, il festival canoro baby in cui potranno esibirsi i bambini e i ragazzi in una gara canora, dove il mettersi in gioco è il solo metro per la vittoria per chi vorrà partecipare. Tutti gli spettacoli saranno, come al solito, offerti in maniera esclusivamente gratuita.

Il programma religioso, oltre alla processione già richiamata, prevede un momento particolare di meditazione tutte le sere durante la celebrazione eucaristica curato, dal giorno 11 al giorno 13, da P. Carlo Poloni frate cappuccino e assistente nazionale Ofs, al quale seguirà, dal giorno 14 al giorno 16,  la riflessione offerta da fr. Luca Bruno, giovane frate cappuccino che riceverà la domenica successiva alla festa, proprio nella chiesa parrocchiale, l’ordinazione diaconale.  Infine, il giorno 14, verrà celebrata la Santa Messa per le persone anziane e le persone ammalate, nel contesto della quale verrà impartito il sacramento dell’Unzione.

“Siamo certi – dicono gli organizzatori – che la Festa, nonostante le difficoltà che i tempi presenti possono presentare – difficoltà unite, però, alle opportunità, alle sfide e anche ad una chiamata alla responsabilità di ciascuno per farsi costruttori di trame di comunità e di pace – rappresenti ancora quel dono che, consegnato alla comunità di Santa Lucia ormai oltre mezzo secolo fa, è in grado di forgiare i cuori con l’entusiasmo, scaldarli con la vita che scorre attraverso gli incontri, renderli infine aperti e pronti a dischiudere quei talenti preziosi che ciascuno ha ricevuto.Anche voi venite edificati come pietre vive …”, esortava l’apostolo Pietro le comunità cristiane; e da queste stesse parole anche noi, come comunità cristiana, ci sentiamo chiamati e, per quello che ci è dato di vivere e di fare, ci sentiamo pronti a donare attraverso la Festa di Santa Lucia un po’ del nostro tempo, della fatica e dei sorrisi, per costruire luoghi per incontrarsi, dove sia davvero possibile abbattere quei muri davvero troppo ancora protagonisti dei nostri tempi”.

IL PROGRAMMA

VENERDI 9 SETTEMBRE

·        Ore 21: solenne processione per le vie del quartiere presieduta dal Vescovo e accompagnata dalla filarmonica "Città di Grosseto"

SABATO 10 SETTEMBRE

·        Apertura stand espositivi e gastronomici

·        Ore 21.15: concerto BLUE SUGAR, Zucchero tribute band

DOMENICA 11 SETTEMBRE

·        Ore 21.15: concerto LA SETTIMA ONDA, Nomadi cover band

LUNEDI 12 SETTEMBRE

·        Ore 21.15: musica in piazza con orchestra Federico Verreschi

MARTEDI 13 SETTEMBRE

·        Ore 21.15: "La Buona Novella" di Fabrizio De Andrè con la Corale Giuseppe Verdi di Arcidosso

MERCOLEDI 14 SETTEMBRE

·        Ore 15.30 Santa Messa per gli ammalati e per gli anziani cui farà seguito un momento conviviale

·        Ore 21.15: Abba Dream, the ultimate Abba Show

GIOVEDI 15 SETTEMBRE

·        Ore 21.15: Siamo chi siamo, cover band Ligabue

VENERDI 16 SETTEMBRE

·        Nel pomeriggio: esposizione vespe storiche con la partecipazione del Vespa Club di Grosseto

·        Ore 21.00: Killer Queen, official italian Queen Performers

SABATO 17 SETTEMBRE

·        Dalle 19 alle 23: degustazione di vini a cura della Scuola Europea Sommelier

·        Ore 21.15: Negramaro tribute band

DOMENICA 18 SETTEMBRE

·        Nel pomeriggio: esposizione auto e moto d'epoca a cura dell'Associazione Maremmana Auto Moto storiche

·        Ore 16.30: 35^ edizione del Festival Canoro Baby

·        Ore 21.15: Grazie Luci, emozioni e canzoni per chi ama Lucio Battisti