Condividi

Domenica 23 ottobre, cattedrale: lectio magistralis del card. Michale Czerny “Le vie della Bellezza…artigiani di pace”.

Domenica 23 ottobre, cattedrale: lectio magistralis del card. Michale Czerny “Le vie della Bellezza…artigiani di pace”.

Il  Prefetto del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale apre la SdB '22. Alle 18 la Messa

E’ stato il primo, l’8 marzo scorso, insieme all’elemosiniere card. Konrad Krajewski, a recarsi in Ucraina a nome del Papa come “espressione della solidarietà della Chiesa verso il popolo ucraino sofferente” e portando aiuti ai bisognosi ha rappresentato non solo il Papa ma tutto il popolo cristiano.

In tal senso la voce del cardinal Michael Czerny, Prefetto del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale, non soltanto ha l’autorevolezza del ruolo che riveste, ma anche per la testimonianza diretta di come la guerra, ciascuna guerra, cancella ogni germoglio di pace e di pacificazione. Sarà lui, per questo, a tenere la lectio magistralis, domenica 23 ottobre, alle ore 16.30, nella cattedrale di Grosseto, sul tema della Settimana della Bellezza 2022: “Le vie della Bellezza…artigiani di pace”.

“Siamo onorati e particolarmente grati al cardinal Czerny, per aver accolto il nostro invito ad aiutarci ad entrare nel cuore di questa tematica, allo scopo di dare il tono all’intero evento – sottolinea il vescovo Giovanni RoncariD’altra parte il cardinale presiede il dicastero per il servizio dello sviluppo umano integrale, riorganizzato nel 2016 da papa Francesco col motu proprio Humanam progressionem facendovi, poi, confluire le competenze in precedenza distribuite fra il Pontificio Consiglio per la Giustizia e la Pace, il Pontificio ConsiglioCor Unum, il Pontificio Consiglio della Pastorale per i Migranti e gli Itineranti, e il Pontificio Consiglio per gli Operatori Sanitari. Questo fa capire il senso profondo della missione di questo dicastero, impegnato a tradurre in atti e scelte il magistero di papa Francesco di una Chiesa capace di parlare a tutto l’uomo, soprattutto se piagato a causa delle guerre, delle ingiustizie che provocano danni alla vita personale. Parlare di pace significa, allora, fare spazio alla verità profonda che per noi cristiani essa non è un ideale, ma una persona: Cristo”.

  • Note biografiche del card. Czerny

Canadese, 76 anni, gesuita, è sacerdote dal 1973. Laureato in studi interdisciplinari presso l’Università di Chicago, ha conseguito il dottorato nel 1978. Nel 1979, a Toronto, ha fondato e diretto il Centro dei Gesuiti per la Fede e la Giustizia Sociale. Si è poi trasferito in San Salvador dove ha ricoperto l’incarico di direttore dell’Istituto per i diritti umani, e successivamente quello di Vice Rettore della Central American University. Dal 1992 al 2002 è stato Segretario per la Giustizia Sociale presso la Curia Generalizia della Compagnia di Gesù a Roma. Nel 2002 ha fondato l’African Jesuit Aids Network. Dal 2010 al 2016 ha collaborato come consulente con il cardinale Peter Turkson, presidente del Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace. Da gennaio 2017 è stato uno dei due sotto-segretari della sezione Migranti e Rifugiati del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale. Il 4 ottobre 2019 è stato consacrato arcivescovo titolare di Benevento da Papa Francesco, che il 5 ottobre lo ha creato cardinale diacono di San Michele Arcangelo. Il Card. Czerny è stato nominato membro della Congregazione per l’Evangelizzazione dei Popoli il 21 febbraio 2020 e del Pontificio Consiglio per il Dialogo Interreligioso l’8 luglio 2020. Il 23 dicembre 2021 il Santo Padre lo ha nominato Prefetto ad interim del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale a partire dal 1 gennaio 2022. Il 23 aprile scorso il Santo Padre lo ha nominato Prefetto del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale.

La Settimana della Bellezza è organizzata, infatti, dall’Ufficio per la pastorale culturale della Diocesi di Grosseto e dalla Fondazione Crocevia con la co-organizzazione di Comune di Grosseto. Gode, inoltre, della collaborazione di altri uffici diocesani: in particolare, l’ufficio scuola-Irc; il servizio di pastorale giovanile; l’ufficio comunicazioni sociali. La “Settimana” vede, poi, la collaborazione del quotidiano Avvenire con la sua rivista mensile Luoghi dell’Infinito; della Fondazione Polo Universitario Grossetano, della Fondazione Grosseto Cultura, in modo particolare attraverso il Polo espositivo Clarisse Arte, e del Maam-Museo archeologico e d’arte della Maremma.

Main sponsor: Fondazione Bertarelli e Fondazione The Rada Zocco Foundation.