Condividi

L’invito è a non diminuire l’attenzione e a valorizzare di più quello che è possibile fare, dalle Messe al contatto – anche telefonico – con le persone, soprattutto se sole o con familiari colpiti da covid o da altri problemi, a sostenere catechisti e collaboratori, vivere e annunciare una fede che si alimenti attraverso la preghiera personale, la lectio divina, la carità