Condividi

Parrocchia Immacolata Concezione

piazza Papa Giovanni Paolo II - Roselle, Grosseto (GR) • tel. 0564.402180

Parrocchia Immacolata Concezione

Sede episcopale fino al 1138; sede titolare "pro hac vice" arcivescovile; parrocchia dal 1939; chiesa consacrata nel 1938

Roselle riveste un ruolo molto importante nella vita della Chiesa di Grosseto. Con l’avvento del cristianesimo fu, infatti, sede vescovile e lo rimase fino al 1138 quando Papa Innocenzo II, con la Bolla “Sacrosancta Romana Ecclesia” trasferì la sede vescovile a Grosseto.

L’ultimo Vescovo di Roselle fu Rolando.

Sui ruderi delle antiche terme fu costruita, in epoca ignota, una piccola cappella che al suo interno custodiva una statuetta della Madonna. Visitando quella cappella, il Vescovo Paolo Galeazzi, coltivò l’idea di erigere a parrocchia la nuova Roselle.

Il 9 aprile 1938, nell’ottavo centenario del trasferimento della sede vescovile da Roselle a Grosseto, firmò il decreto di erezione della nuova parrocchia, che volle dedicare all’Immacolata Concezione in segno di attenzione alla devozione che la popolazione di Roselle aveva da sempre manifestato per la Madonna.

La nuova parrocchia fu riconosciuta civilmente il 20 gennaio 1940.  Della costruzione dell’edificio se ne fece carico il Consorzio Bonifica Grossetana, mentre la canonica fu realizzata grazie al contributo di Papa Pio XI. L’attiguo asilo parrocchiale (oggi convertito in spazi per l’attività pastorale) fu invece costruito grazie all’impegno del Vescovo Galeazzi e dell’allora parroco don Lorenzo Biagi.

La chiesa è una costruzione in stile romanico moderno, a croce latina. L’esterno è in mattoncini a facciavista. Sulla facciata, delimitata da lesene, si apre il portale con arco tondo in travertino. Nella lunetta è scolpita la Vergine orante fra gli angeli. Sul prospetto centrale anche un rosone, mentre il soffitto è a capriate in legno. All’interno il presbiterio è stato ristrutturato in occasione dell’850° anniversario della traslazione della sede vescovile da Roselle a Grosseto, e la chiesa è stata arricchita di due tavole in tempera grassa, dedicate all’Ultima Cena e alla Resurrezione, opera dell’artista Arnaldo Mazzanti, che è anche l’autore della scultura raffigurante la Via Crucis. Nel 1994 sono state montate nuove vetrate istoriate ed è stato realizzato un nuovo battistero. In anni più recenti è stata ricavata anche una piccola cappella interna per le celebrazioni nei giorni feriali.

All’esterno è stato eretto un momento alla Vergine, mentre sul lato sinistro della facciata, chi entra in chiesa può notare una lapide che ricorda la sosta compiuta a Roselle da San Giovanni Paolo II (a cui è dedicata anche la piazza su cui si affaccia la chiesa) in occasione della sua storica visita a Grosseto il 21 maggio 1989.

Roselle  è sede titolare “pro hac vice” arcivescovile. Titolare è mons. Giovanni Angelo Becciu, Sostituto per gli Affari generali della Segreteria di Stato.

Alcuni dati sulla Parrocchia

Parroco:

don Pier Mosetti

Viceparroco:

don Marius Balint

Feste parrocchiali:

La festa di Dio nel creato (la domenica più vicina al 17 gennaio, memoria liturgica di Sant'Antonio Abate)

Via Crucis drammatizzata (domenica delle Palme)

Abitanti:

4300 circa

Altre Chiese della Parrocchia:

Chiesa di Sant'Antonio Abate, Vallerotana (1971)

Orari delle Messe

Periodo Invernale
(I domenica di settembre-I domenica di giugno)

Feriale: 17.30

Prefestivo: 17.39

Festivo: 9 (Vallerotana); 10.30 (parrocchia)

Periodo Estivo
(II domenica di giugno-agosto)

Feriale: 8.30

Prefestivo: 19.00

Festivo: 10.30