Condividi

Il Seminario Vescovile

Il Seminario Vescovile

Il Seminario di Grosseto è intitolato a mons. Mensini, che fu vescovo di Grosseto dal 2 ottobre 1837 al 29 aprile 1858.

L’attuale sede è in via Ferrucci 11, a Grosseto, l’ampio edificio in cui trovano posto anche la Caritas diocesana con alcuni dei suoi servizi, la scuola media paritaria “Madonna delle Grazie”, il liceo classico e scientifico paritario “Chelli”, il self service “Ai dandoli” gestito dalla cooperativa sociale Solidarietà è Crescita e “Casa Betania”.

Telefono 0564 449111

email seminariogrosseto@tiscali.it

 

La comunità del Seminario

Don Gian Paolo Marchetti, Rettore

Samuele Montefalchesi (seminarista, V anno)

Andrea Pieri (seminarista, IV anno)

Gennaro Bocola (seminarista, IV anno)

Enzo Migliorini, economo

I seminaristi risiedono al Seminario arcivescovile di Firenze ( lunedì-venerdì). Dal venerdì pomeriggio alla domenica pomeriggio vivono nel seminario di Grosseto osservando una regola di vita comunitaria e prestando servizio in alcune parrocchie della città. Attualmente le parrocchie coinvolte sono: SGB Cottolengo dove presta servizio Andrea; Roselle, dove presta servizio Samuele e Maria Ss. Addolorata dove presta servizio Gennaro.

Inoltre sono impegnati per il servizio liturgico al Vescovo durante i Pontificali in Cattedrale, offrono la loro testimonianza e impegno durante le giornate vocazionali e i “ finesettimana in seminario” e nei vari momenti diocesani.

L’equipe di pastorale vocazionale

E’ il luogo dell’animazione vocazionale nella diocesi di Grosseto. E’ composta da sacerdoti, religiosi e laici allo scopo di mostrare i differenti volti della vocazione a cui Dio chiama ogni persona.

L’equipe è formata da: don Gian Paolo Marchetti, don Marco Gentile, fr. Gabriele Maria Monnanni Ofm, suor Miryam Di Grande (congregazione delle suore di S.Anna), Giacomo e Silvia D’Onofrio.

 

LE PROPOSTE DELLA NOSTRA CHIESA PER IL 2016-2017

In questi anni la Chiesa di Grosseto non ha mai ignorato l’importanza di questo impegno pastorale e il Seminario diocesano è sempre stato un luogo di riferimento per la riflessione vocazionale e di incontro per tanti giovani in discernimento. La presenza, dal venerdì alla domenica, dei seminaristi ha permesso alle parrocchie, a tanti sacerdoti, a tanti giovani e a chiunque abbia voluto, di poter vedere incarnata l’idea di questo Dio che continua a chiamare gli uomini per servirsi di loro e compiere il suo disegno di salvezza.

 

GIORNATE VOCAZIONALI

In estate si tengono nelle parrocchie della costa (Marina di Grosseto, Castiglione della Pescaia, Punta Ala), in inverno nelle altre realtà parrocchiali. Durante le giornate del seminario, dal venerdì alla domenica, i seminaristi con don Gian Paolo e don Marco sono presenti in una parrocchia per offrire la loro testimonianza e intessere una semplice amicizia con la comunità cristiana.

La giornata si struttura in incontri coi giovani, con gli educatori e gli operatori pastorali, con i sacerdoti, l’animazione delle Messe domenicali e la disponibilità di don Gian Paolo e don Marco per le confessioni o i colloqui individuali

Le date

 

I FINESETTIMANA

Non servono per entrare in seminario, ma sapendo che una vocazione al sacerdozio cresce e si sviluppa in una Chiesa che è comunione vera e quindi in rapporto alle altre vocazioni, sono un’occasione per i giovani che si interrogano su cosa il Signore voglia da loro. I Finesettimana, attraverso la condivisione della vita del seminario, servono a creare questa domanda offrendo gli strumenti ecclesiali per poter rispondere.

Un finesettimana tipo

Sabato: accoglienza e pranzo; pomeriggio nelle parrocchie coi seminaristi; incontro formativo e Vespri; cena; adorazione e compieta

Domenica: Lodi e colazione; Messa nelle parrocchie coi seminaristi; pranzo; uscita e momento di condivisione

Le date

26-27 novembre 2016; 4-5 marzo 2017

 

SCUOLA DI PREGHIERA PER GIOVANI

Le date

11 novembre; 2 dicembre; 13 gennaio; 3 febbraio; 3 marzo; 21 aprile

 

ADORAZIONE PER LE VOCAZIONI

Una volta al mese, nella cappella del Seminario, ora di adorazione eucaristica per chiedere il dono di vocazioni sante e pregare per quanti hanno già scelto o hanno intrapreso il cammino

Le date

27 ottobre; 24 novembre; 26 gennaio; 23 febbraio; 30 marzo; 27 aprile; 25 maggio

 GIORNATA DIOCESANA DEL SEMINARIO

Domenica 19 marzo 2017, III di Quaresima è dedicata alla preghiera per il Seminario e per le vocazioni

ALTRI APPUNTAMENTI

29 ottobre 2016, ordinazione diaconale di Francisco (Cattedrale, ore 18)

5 maggio 2017, ore 21, Veglia diocesana per le vocazioni

3 giugno 2017, ore 11, Maria Regina Apostolorum, patrona del Seminario

Tutti i sabati di maggio ore 21.15 Rosario

 

Un po' di storia

La storia vera del seminario diocesano inizia col Vescovo Mensini. Morendo nel 1858, egli destinò alla costruzione del Seminario un lascito di 30mila scudi. Non fu facile amministrarli. Si cominciò con i Chierici dell’Opera in una via del centro storico, che si chiamò via del Seminario (oggi via Solferino); poi si passò in corso Carducci (palazzo che attualmente è sede dell’Archivio di Stato). Quindi il trasloco in via Mazzini, nel palazzo che successivamente fu sede del liceo-ginnasio Carducci-Ricasoli. Con la guerra del ’15-18 un altro trasferimento, nella casa lasciata dal canonico Gigli. Nel 1935 il Vescovo Galeazzi portò a compimento il sogno di mons. Mensini costruendo il grandioso seminario di via Ferrucci, che fu inaugurato il 26 ottobre di quell’anno. Lo scoppio della II guerra mondiale fece disperdere i seminaristi e l’edificio diventò ospedale militare, dei tedeschi prima, degli alleati poi. Finita la guerra il seminario, oltre ad accogliere gli aspiranti al sacerdozio, diventò convitto fino agli anni ’70. Nel 1972 anche i seminaristi della scuola media, ridotti a due, vennero inviati a Pitigliano. Da quella data il seminario di via Ferrucci venne affidato alla congregazione della S. Famiglia e poi alla congregazione dei Dottrinari, che assunsero la cura della parrocchia del SS. Crocifisso. Successivamente l’edificio è diventato centro di molteplici iniziative: il Ceis per il recupero dei tossicodipendenti, il centro di accoglienza della Caritas diocesana; la scuola per operatori pastorali, punto di riferimento per varie iniziative diocesane.