Alla “Settimana della Bellezza” lunedì 22 ottobre il card. Tagle e Max Laudadio

Lunedì 22 ottobre è il giorno del cardinale Luis Antonio Tagle a Grosseto, ospite d’eccezione della Settimana della Bellezza 2018. L’arcivescovo di Manila e presidente di Caritas Internationalis raggiungerà Grosseto durante una pausa dei lavori del Sinodo dei giovani. Nel pomeriggio di lunedì, alle 18, terrà in cattedrale una lectio magistralis sul tema della “Settimana”: “Il tuo volto io cerco”. Non ci sarà Messa.

61 anni, personalità poliedrica e molto comunicativa, il cardinale Tagle guida l’Arcidiocesi di Manila dal 2011, dopo essere stato vescovo di Imus. Studi nella prestigiosa Università cattolica d’America, Tagle nel 2005 è il vescovo più giovane a prendere parte al Sinodo sull’eucaristia. Il 18 settembre 2012 è nominato padre sinodale della XIII assemblea generale ordinaria del Sinodo dei vescovi. Benedetto XVI lo crea cardinale presbitero di San Felice da Cantalice a
Centocelle nel concistoro ordinario pubblico del 24 novembre 2012. Nel 2014 viene nominato da papa Francesco presidente del Sinodo straordinario sulla famiglia e il 14 maggio 2015 presidente di Caritas Internationalis.

Tagle non sarà l’unico protagonista della quarta giornata della Settimana della Bellezza. La mattina con gli studenti e la sera, per tutti, il mattatore sarà Max Laudadio, conduttore televisivo e radiofonico, volto noto di “Striscia la Notizia”. La mattina al teatro degli Industri terrà un doppio incontro con gli studenti degli istituti superiori di Grosseto (9.30 e 11.30), mentre la sera alle 21 sarà in sala Friuli per un incontro aperto a tutti. “Si comincia da uno. Viaggi e incontri alle periferie del mondo”, il filo conduttore dei due appuntamenti, che prendono spunto dall’omonimo libro che Laudadio ha scritto per le edizioni San Paolo. La domanda nasce spontanea: cosa o chi sarà questo “1”? E da lui, cosa comincia? Uno sono tutte le piccole cose che ciascuno di noi può fare per migliorare il mondo. Uno è saper offrire una speranza, uno è saper entrare in sintonia, con semplicità, con il prossimo. Da lì comincia anche Max Laudadio, che non la fa semplice, non nasconde difficoltà e paure, ma che di quell’1 è testimone.

Sabato 20 ottobre l’accoglienza della riproduzione del Volto Santo di Manoppello

La terza edizione della “Settimana della Bellezza”, promossa da Diocesi di Grosseto e Fondazione Crocevia in collaborazione con Avvenire, Luoghi dell’Infinito, Fondazione Polo Universitario Grossetano, la co-organizzazione del Comune di Grosseto e la preziosa collaborazione di Fondazione Grosseto Cultura con Clarisse Arte e del Museo archeologico e d’arte sacra della Maremma, sarà caratterizzata da una presenza: la riproduzione del Volto Santo, una preziosissima reliquia conservata da circa quattro secoli a Manoppello, piccolo centro abruzzese, dove ha sede un convento di frati cappuccini. Si tratta di un piccolo pezzo di stoffa, delle dimensioni di 24 centimetri per 17, probabilmente di bisso, “sul quale – scrive il giornalista Saverio Gaeta nel suo libro “L’enigma del volto di Gesù. L’avventurosa storia della Sindone segreta” (Rizzoli) – si vede l’effigie di un uomo, dai tratti somatici mediorientali e con chiari segni di ematomi e di ferite insanguinate, in cui la tradizione riconosce la vera fisionomia di Gesù Cristo”. Il velo ha tantissime particolarità, a partire dal fatto che è perfettamente giustapponibile al volto della Sindone di Torino, mentre molte immagini e dipinti del primo millennio “risultano indiscutibilmente – scrive ancora Gaeta – ispirati a questo misterioso ’prototipo’.”

Ecco perché, dedicando la terza edizione della “Settimana della Bellezza” al tema “Il tuo volto io cerco”, si è avvertito il desiderio di poter fissare lo sguardo sul volto “del più bello tra i figli dell’uomo”, come scrive il profeta Isaia, e che, percosso e umiliato, “non ha apparenza né bellezza per attirare i nostri sguardi”. Eppure “Non vi è altro nome dato agli uomini sotto il cielo – si legge negli Atti degli apostoli – nel quale è stabilito che possiamo essere salvati”.

La contemplazione della riproduzione del Volto Santo sarà, dunque, una delle principali proposte della Settimana della Bellezza. La copia della reliquia sarà accolta dal vescovo Cetoloni sabato 20 ottobre alle 17.30 nella cattedrale di Grosseto, dove poi alle 18 presiederà la Messa, in diretta su Tv9. Animerà la liturgia la corale Gaudete.

La riproduzione del Volto Santo resterà in cattedrale fino a domenica 28 ottobre. In cattedrale sarà possibile, ai visitatori, conoscere la storia del Volto di Manoppello, grazie ad un video che sarà mandato continuamente in onda.

Attorno alla riproduzione della reliquia un momento speciale sarà offerto giovedì 25 ottobre: un’intera giornata di contemplazione e preghiera davanti al Volto Santo. Alle 17 il giornalista e scrittore Saverio Gaeta parlerà de “L’enigma del volto di Gesù”, presentando alcuni studi relativi alla Sindone e al telo di Manoppello, mentre alle 18, in videoconferenza col santuario di Manoppello si terrà un tempo di preghiera comunitario guidato.