Condividi

Il Vescovo Mons. Rodolfo Cetoloni

Vescovo-rodolfo-cetoloniI Vescovi, a norma del diritto canonico, sono coloro che “per divina istituzione sono successori degli Apostoli, mediante lo Spirito Santo che è stato loro donato, sono costituiti Pastori della Chiesa, perché siano anch’essi maestri di dottrina, sacerdoti del sacro culto e ministri del governo” (CdC, can. 375 § 1)

Con la stessa consacrazione episcopale i Vescovi ricevono, con l’ufficio di santificare, anche gli uffici di insegnare e goverare, i quali tuttavia, per la loro natura, non possono essere esercitati se non nella comunione gerarchica col Capo e con le membra del Collegio” (CdC, can. 375 § 2)

 

Il Vescovo della Diocesi di Grosseto è

S. E. Mons. Rodolfo Cetoloni, ofm

 segreteria del Vescovo Rodolfo

dal lunedì al venerdì ore 9-13

telefono 0564 25387

email info@diocesidigrosseto.it

 

Le tappe del Vescovo Rodolfo

Il Vescovo Padre Rodolfo Cetoloni, frate minore francescano, è nato a Badia a Ruoti (comune di Bucine, Arezzo) il 3 gennaio 1946. Ad Ambra, dove la famiglia si era trasferita, ha frequentato le elementari.

Gli anni della formazione

Riceve la Cresima a Badia a Ruoti e nel 1957 parte per il Seminario Serafico di Giaccherino (Pistoia) dove inizia la scuola media. Frequenta la terza media e il ginnasio al Collegio Serafico di San Romolo, a Figline Val d’Arno, da dove, nel settembre 1962, sale al monte de La Verna per intraprendere il cammino del noviziato nell’Ordine dei Frati Minori Francescani.

Professa i voti temporanei, ottiene la maturità classica al liceo dello Studentato di Colleviti (Pescia) e nel 1967 viene inviato al convento di Fiesole per frequentare lo Studio teologico fiorentino.

Nel 1971 emette la professione solenne della Regola di San Francesco e parte per Gerusalemme dove termina gli studi in Teologia conseguendo la Licenza.

 

L’ordinazione sacerdotale

rodolfo ordinato sacerdoteViene ordinato sacerdote a Gerusalemme il 26 giugno 1973 per imposizione delle mani e la preghiera di consacrazione del Vescovo francescano Ferdinando Pasini.

Rientra in Italia e frequenta, a Roma, il Pontificio Istituto Biblico, dove ottiene la Licenza in Sacra Scrittura con una tesi su “Il passato e il presente dei cristiani nella Lettera agli Efesini” con Romano Penna. Sono, questi, gli anni dei primi impegni pastorali nella campagna romana, in una chiesetta sulla via Appia, vicino a Capannelle

I primi servizi pastorali

Nel 1976 i superiori lo inviano nel convento-parrocchia del Saione, popoloso quartiere alla periferia sud-ovest di Arezzo. Vi trascorre tre anni di intenso impegno, soprattutto coi giovani, poi, nel Capitolo provinciale dei Frati Minori della Toscana del 1979 viene eletto definitore (consigliere) provinciale, inviato nel convento di Fiesole e incaricato dell’animazione vocazionale.

La marcia francescana

In questi anni di fecondo impegno coi giovani, padre Rodolfo è tra i promotori della Marcia Francescana, che dal 1980, ogni estate, coinvolge migliaia di ragazzi in un’esperienza di cammino, di fraternità, di preghiera e di fede che si conclude ad Assisi.

Ministro Provinciale

Nel 1985, a soli 39 anni, è eletto Ministro Provinciale dei Frati Minori della Toscana, servizio che svolge fino al 1991, anno in cui partecipa al Capitolo generale dell’Ordine a San Diego (California). In quello stesso anno viene eletto vicario della sua Provincia e inviato di nuovo a Fiesole (1991-1997) come maestro dei frati professi temporanei e, dal ’94 al 2000 anche come guardiano della fraternità conventuale. Con l’iniziativa del gemellaggio con la Diocesi di Betlemme, viene incaricato dal Vescovo di Fiesole come delegato.

Vescovo

Il 25 marzo 2000, festa dell’Annunciazione e del sì di Maria, padre Rodolfo viene nominato Vescovo di Montepulciano-Chiusi-Pienza da Papa Giovanni Paolo II. La nomina lo raggiunge mentre sta per partire per la Terra Santa ed è lì che affida al Signore il suo sì a questo nuovo servizio a cui la Chiesa lo chiama.

Viene consacrato Vescovo il 20 maggio 2000 nella Cattedrale di Fiesole dal Cardinale di Firenze Silvano Piovanelli, dal Vescovo di Fiesole Luciano Giovannetti, dal Vescovo emerito di Montepulciano-Chiusi-Pienza Alberto Giglioli. Inizia il suo ministero episcopale nella Diocesi di Montepulciano-Chiusi-Pienza il 4 giugno 2000 nella solennità dell’Ascensione.

L’arrivo a Grosseto

Il 28 maggio 2013 Papa Francesco lo elegge Vescovo di Grosseto. Padre Rodolfo ha fatto ingresso ufficiale nella sua nuova Diocesi il 10 agosto 2013, solennità di San Lorenzo patrono della città e della Chiesa di Grosseto.

Nella Conferenza Episcopale Italiana è membro della commissione episcopale per l’ecumenismo e il dialogo.

E’ componente del consiglio di amministrazione della Fondazione Giovanni Paolo II, una onlus che si occupa di progetti ed impegni di dialogo, cooperazione e sviluppo soprattutto in Medio Oriente (visita il sito: www.fondazionegiovannipaolo.org). Presiede l’associazione Amici di Betlemme.