Condividi

Lectio magistralis di Paolo Benanti per l’apertura dell’anno della scuola interdiocesana di formazione teologica

Lectio magistralis di Paolo Benanti per l’apertura dell’anno della scuola interdiocesana di formazione teologica

Il 13 ottobre a Grosseto, in Seminario (ore 18) e a Orbetello nell'oratorio di Sant'Antonio (ore 21)

La lectio magistralis del prof. Padre Paolo Benanti, docente di Teologia morale e Bioetica alla Pontifica Università Gregoriana, aprirà ufficialmente l’anno pastorale della scuola interdiocesana di formazione teologica “don Maurilio Carrucola”, che vede già le diocesi di Grosseto e di Pitigliano-Sovana-Orbetello collaborare da alcuni anni.
“Teoria del cambio d’epoca. Persona, famiglia, società”, è il titolo della lectio che padre Benanti terrà mercoledi 13 ottobre in due momenti: alle ore 18.00 a Grosseto nella sala San Paolo del Seminario vescovile (via Ferrucci 11); alle ore 21 nell’oratorio di Sant’Antonio ad Orbetello.
I corsi della scuola interdiocesana, sospesi per un anno a causa della pandemia, sono ripresi il 4 ottobre a Orbetello e il 5 a Grosseto con il corso teologico, curato da don Sandro Lusini, e proseguiranno sino alla fine di marzo, prevedendo lezioni sia nel capoluogo maremmano che nella cittadina lagunare, così da facilitare il più possibile la partecipazione. Il calendario dei corsi può essere visionato nei siti delle rispettive diocesi o nelle locandine distribuite nelle parrocchie.
“Già attraverso la scuola interdiocesana di formazione teologica – sottolineano don Sandro Lusini e don Fabio Bertelli, referenti, rispettavamente, per la diocesi di Pitigliano e per quella di Grosseto – le nostre due realtà ecclesiali, unite nella persona dell’unico Vescovo, vogliono offrire un segnale concreto di un servizio comune, che va ben oltre la collaborazione. Infatti, i corsi saranno tenuti in entrambi i territori da sacerdoti delle due diocesi senza distinzione di ‘appartenenza’. Invitiamo i laici a partecipare, perché c’è davvero bisogno di una formazione continua ed aggiornata”.
Chi è p. Benanti
Romano, è sacerdote francescano del Terzo Ordine Regolare (Tor), 48 anni, si occupa di etica, bioetica ed etica delle tecnologie. In particolare i suoi studi si focalizzano sulla gestione dell’innovazione: internet e l’impatto del digital age, le biotecnologie per il miglioramento umano e la biosicurezza, le neuroscienze e le neurotecnologie. Nel 2008 ha conseguito la licenza in teologia morale presso la Pontificia Università Gregoriana e nel 2012 il dottorato. Dal 2008 è impegnato come docente presso la Pontificia Università Gregoriana; l’Istituto Teologico di Assisi e il Pontificio Collegio Leoniano ad Anagni. Nel 2017 è stato incluso nella task force intelligenza artificiale per coadiuvare l’Agenzia per l’Italia digitale nell’elaborare un primo rapporto sintetico per individuare le possibili raccomandazioni che il Governo italiano, e in generale la pubblica amministrazione, potranno adottare nei prossimi anni per sfruttare al meglio gli strumenti e le opportunità messe a disposizione dall’evoluzione dell’intelligenza artificiale. 2018 è stato selezionato dal Ministero dello sviluppo economico come membro del gruppo di trenta esperti che a livello nazionale elaboreranno la strategia nazionale sull’intelligenza artificiale e la strategia nazionale in materia di tecnologie basate su registri condivisi. Nel 2019 è stato tra i protagonisti, a Grosseto, della “Settimana della Bellezza”.