Condividi

12 febbraio, Messa di San Valentino in Cattedrale

12 febbraio, Messa di San Valentino in Cattedrale

Per partecipare è richiesta la compilazione del modulo di iscrizione

Un appuntamento di preghiera e di festa ripreso nel 2021 dopo alcuni anni di stop.

È la Messa per tutte le coppie di innamorati, in occasione di san Valentino. Quest’anno il patrono degli innamorati sarà celebrato con due giorni di anticipo: sabato 12 febbraio alle 18 in cattedrale con una Messa presieduta dal vescovo Giovanni, trasmessa in diretta su Tv9.

Naturalmente la cattedrale è aperta a tutti, ma particolarmente invitati sono le coppie di innamorati: sposi o fidanzati, ma anche chi cerca l’amore. La celebrazione si inserisce nel percorso che l’ufficio diocesano di pastorale familiare sta portando avanti in questo periodo, pur con qualche difficoltà legata all’andamento della pandemia.. Sono, infatti, ripartiti i percorsi di preparazione al matrimonio: attualmente vi è un corso che si tiene nella parrocchia di San Giuseppe (partito a novembre) e uno nella parrocchia del Sacro Cuore con oltre venti coppie. Entrambi termineranno nel mese di aprile. Tra gennaio e febbraio se n’è tenuto uno nella parrocchia dell’Addolorata, tra febbraio e marzo, invece, saranno proposti due fine settimana alla parrocchia San Francesco d’Assisi, mentre un altro percorso partirà il 22 marzo al Cottolengo, fino a maggio. «La Messa di San Valentino – dicono dall’ufficio diocesano di pastorale familiare – è un modo per valorizzare un momento tendenzialmente più profano, ma che riletto alla luce della fede può diventare un’occasione per ricentrare lo sguardo sul senso dell’amore». Copatrono di Terni, san Valentino è venerato in tutto il mondo. La sua festa pare sia nata come risposta cristiana ai Lupercalia, festini pagani che si tenevano tra il 13 e il 15 febbraio. A fare del vescovo Valentino il patrono degli innamorati vi è la storia di due fidanzati, Sabino e Serapia, lui pagano e lei cristiana. Sabino si convertì per amore di lei, che poco tempo dopo scoprì di essere malata di tisi. Sabino si rivolse al vescovo Valentino, che benedisse le nozze e pregò per l’eternità del loro amore. I due morirono abbracciati e le loro ossa sono state rinvenute non molti anni fa proprio in questa postura.

Al fine di avere un quadro attendibile del numero di presenze, l’ufficio diocesano di pastorale familiare ha predisposto un form (https://forms.gle/oWtSGdByYnHbfhR69) attraverso il quale iscriversi, compilandolo in tutte le sue parti.