Condividi

“«Prese il pane, rese grazie» (Lc 22,19). Il tutto nel frammento”. A Siloe la 17^ Giornata del Creato

“«Prese il pane, rese grazie» (Lc 22,19). Il tutto nel frammento”. A Siloe la 17^ Giornata del Creato

Nel pomeriggio di sabato 3 settembre al monastero un ricco programma

“«Prese il pane, rese grazie» (Lc 22,19). Il tutto nel frammento”. E’ il tema della 17^ Giornata nazionale per la custodia del creato, che si celebra il 1 settembre e che apre il “tempo del Creato”, spazio di riflessione sul valore della creazione.

La Giornata, dopo due anni di stop, torna ad essere celebrata anche a livello diocesano grazie all’impegno della comunità monastica di Siloe, che da tempo si dedica all’approfondimento di queste tematiche e che ha fatto dello stesso monastero un luogo di riscoperta della relazione fra l’uomo e la creazione. La giornata sarà celebrata sabato 3 settembre a partire dalle 16 con un ricco programma, che legherà il creato all’arte. Il pomeriggio sarà aperto da un momento di preghiera guidato dai monaci, a cui seguirà la meditazione di don Paolo Gentili, vicario generale della Diocesi, sul tema della 17^ Giornata. Don Paolo offrirà la chiave di lettura per poi vivere i momenti successivi, che la comunità monastica ha organizzato in collaborazione con l’associazione culturale Poggi del Sasso e con i “Custodi del cammino di san Michele arcangelo” di Cinigiano. Subito dopo l’intervento di don Paolo, infatti, fra’ Roberto Lanzi e l’architetto Edoardo Milesi spiegheranno il senso profondo del Giardino Laudato sì, l’ultima realizzazione della comunità monastica. Sarà poi la volta di Diego Alessandri, Enrico Brandini e Massimiliano Ciacci, che presenteranno il progetto “Cammino di san Michele”, volto alla fruizione lenta del passaggio storico rurale. Si aprirà, quindi, la pagina artistica del pomeriggio a Siloe con Rodolfo Lacquaniti, che parlerà della sua Biennale dello scarto, che grande riscontro sta avendo a Grosseto e a Castiglione della Pescaia e che sbarcherà anche a Siloe. Quindi la presentazione di due opere che altrettanti artisti – Fulvio Ticciati e Alberto Timossi – hanno donato alla comunità: si tratta di “Stormo di uccelli” e di “Cinque passi, la pagina…”. A coordinare l’intero pomeriggio sarà Giacomo D’Onofrio, direttore dell’ufficio diocesano per le comunicazioni sociali.

SCARICA LA LOCANDINA