Condividi

Il Capitolo della Cattedrale

Il Capitolo della Cattedrale

“Il capitolo dei canonici, sia cattedrale sia collegiale, è il collegio di sacerdoti al quale spetta assolvere alle funzioni liturgiche più solenni nella chiesa cattedrale o collegiale; spetta inoltre al capitolo cattedrale adempiere i compiti che gli vengono affidati dal diritto o dal Vescovo diocesano” (Codice di diritto canonico, can. 503)

Sede: piazza Innocenzo II, 3 Grosseto

Composizione

Mons. Franco Cencioni (nominato il 16 luglio 1960) Proposto del Capitolo

Mons. Roberto Nelli (nominato il 12 giugno 1992)

Mons. Piero Caretti (nominato il 25 ottobre 1993), canonico parroco, operaio

Mons. Giovanni Tumiatti (nominato il 1 settembre 1995)

Can. Josè de la Torre (nominato il 29 dicembre 1998)

Mons. Desiderio Gianfelici (nominato il 1 dicembre 2003)

Can. Ivano Rossi (nominato il 1 dicembre 2003) sacrista

Can. Claudio Piccinini (nominato il 4 maggio 2007) canonico penitenziere

Can. Pier Mosetti (nominato il 31 ottobre 2009)

Can. Gian Paolo Marchetti (2010) segretario

  • Canonici onorari:

Can. Luigi Corsi (nominato il 1 dicembre 2003)

Can. Enzo Mantiloni (nominato il 1 dicembre 2003)

Can. Paolo Gentili (nominato il 25 ottobre 1999)

Cronotassi dei Proposti della Cattedrale dal 1525

  • Francesco Cosci (1525-?)
  • Bartolomeo Mignanelli (1558-?)
  • Bartolomeo Restauri (1559-inizi del 1560)
  • Ottavio Pezzotti (1560-destituito nel 1561)
  • Emilio Serafini (1564-?)
  • Giovanni Pedroni (1575, al tempo della visita apostolica di mons. Bosio)
  • Emilio Campioni (eletto l’8 marzo 1592-?)
  • Aurelio Alberti (eletto il 19 novembre 1610-?)
  • Perinto Manneschi (1934-?)
  • Angelo Marescotti (eletto il 5 luglio 1648-? – Dopo la sua morte la dignità propositurale rimase vacante 24 anni per gravi pesi imposti dai Vescovi)
  • Francesco Nuovi (eletto l’11 giugno 1682-?)
  • Antonio Fratini (eletto il 5 gennaio 1686, morto a Roma il 7-3-1709)
  • Clemente Rossi Bertoni (dal?-al? Morto a Orbetello)
  • Filippo Mulinari (dal?-al? Dovette rinunciare perché malvisto dal popolo e dalla comunità per essere stato precettore ai figli di Giacomo Ariosti. Gli fu assegnata poi la pensione di scudi 20 all’anno)
  • Giacomo Malagrida (eletto l’11 aprile 1714-morto nel 1724)
  • Giacomo Manetti (eletto il 26 settembre 1724-morto nel 1743. Il 24 agosto 1742, data l’età avanzata, ebbe come coadiutore Tommaso Luzzi, che gli successe)
  • Tommaso Luzzi (eletto il 1 aprile 1743)
  • Francesco Guarnieri (dal?-al?. Di Arcidosso)
  • Michelangelo Stefanopoli (eletto il 28 giugno 1776. Rinunziò nel 1791 e si fece frate di S. Francesco col nome di frà Bonaventura)
  • Tommaso Luzzi (eletto il 23 maggio 1793, morto il 16 ottobre 1802)
  • Ambrogio Magrini (eletto il 18 dicembre 1802, morto il 21 novembre 1811)
  • Sante Senesparrini (eletto il re giugno 1815, morto il 26 settembre 1859)
  • Antonio Rombai (eletto il 21 giugno 1815, morto il 17 gennaio 1830)
  • Domenico Pizzetti (eletto il 22 maggio 1830, morto il 26 settembre 1859)

Dalla morte di don Pizzetti la Propositura rimane vacante fino al 1868

  • Ascanio Gigli (eletto il 17 giugno 1868. Dette le dimissioni il 25 settembre 1882)
  • Emilio Chiarini (eletto l’8 dicembre 1883, morto il 17 gennaio 1926)
  • Giuseppe Bianchini (eletto il 10 gennaio 1927, morto il 2 aprile 1960)
  • Astutillo Pellegrini (eletto il 1 gennaio 1961, morto il 19 agosto 1991)
  • Franco Cencioni (eletto il 15 aprile 1992-in carica)