Condividi

Frati Minori Cappuccini

Frati Minori Cappuccini

Quello dei Frati Minori Cappuccini (Ofm Capp.) è uno dei tre rami del Primo Ordine Francescano.

Come i Frati Minori e i Frati Minori Conventuali hanno in San Francesco e nella sua Regola il loro fondamento e carisma, ma costituiscono una riforma del primitivo ordine. I Cappuccini, infatti, sono sorti intorno al 1528 quando Matteo da Bascio, frate francescano Osservante, desiderando vivere in modo più radicale la spiritualità del Poverello d’Assisi e quindi ritornare alle fonti dell’esperienza francescana, assieme ad un gruppo di primi confratelli, ottenne da Papa Clemente VII, con la Bolla “Religionis Zelus”, di poter vivere la vita eremitica e di predicare, soprattutto ai poveri.

Nel 1574 Gregorio XIII permise al nuovo Ordine, originariamente chiamato Frati minori della vita eremitica, di insediarsi in tutto il mondo, tanto che in pochi anni grebbe notevolmente il numero dei religiosi. Il nome di Cappuccini derivò dalla forma del cappuccio del loro saio, lungo e a punta. Caratteristica è anche la barba. I Cappuccini sono noti anche come i “frati del popolo”, per il carisma esercitato soprattutto fra le classi umili.

Oggi i Cappuccini sono circa 11mila sparsi in oltre cento Paesi e costituiscono il quarto ordine religioso per diffusione, dietro a Gesuiti, Salesiani e Frati Minori. Sono organizzati in fraternità, Province, Vice Province, Custodie. A livello mondiale l’Ordine è governato da un ministro generale: l’attuale è fr. Mauro Jori.

Nella Diocesi di Grosseto l’arrivo dei Frati Cappuccini risale alla seconda metà degli anni ’60 del ‘900, quando i superiori provinciali accettarono la richiesta del vescovo Galeazzi di impiantare una presenza in Maremma. I Cappuccini assunsero la guida pastorale di tre parrocchie: Santa Lucia, nel quartiere Barbanella di Grosseto, Castiglione della Pescaia e Pian d’Alma. Nei primi anni ’70 a queste presenze se ne aggiunse una quarta: il servizio di cappellania al civico ospedale “Misericordia”.

Oggi i Cappuccini sono presenti nel capoluogo: un’unica fraternità religiosa composta da 5 frati, cui è affidata la cura pastorale della Parrocchia di Santa Lucia e la cappellania all’ospedale “Misericordia”.

La parrocchia di S.Lucia

via Pirandello 26, 58100 Grosseto

tel 0564 463022

email sluciagr@yahoo.it

Ospedale

via Senese 171, 58100 Grosseto

0564 485111  0564 411795

 

Per approfondire:

www.ofmcap.org

www.fraticappuccini.it

www.suisuoipassi.org

La comunità religiosa

fr. Francesco Borri, guardiano e parroco

fr. Amedeo Ferretti, vicario, cappellano dell'ospedale Misericordia

fr. Samuele Duranti, vice parroco e assistente dell'Ordine Francescano Secolare

fr. Marco Fantappiè, vice parroco e assistente Gioventù Francescana e Araldini

Galleria