Condividi

Servi della Carità (Guanelliani)

I servi della Carità-opera don Guanella, sono una Congregazione religiosa fondata da don Luigi Guanella, sacerdote lombardo vissuto fra il 1842 e il 1915.

Fu ordinato sacerdote il 26 maggio 1866 iniziando con entusiasmo la vita pastorale in Valchiavenna (Prosto, 1866 e Savogno, 1867-1875) e, dopo un triennio salesiano, di nuovo in parrocchia in Valtellina (Traona, 1878-1881), per pochi mesi a Olmo e infine a Pianello Lario (Como, 1881-1890), dove poté dedicarsi all’attività di assistenza ai poveri, rilevando l’Ospizio fondato dal predecessore don Carlo Coppini, con alcune Orsoline che organizzò in congregazione religiosa (Figlie di S. Maria della Provvidenza) e con queste avviò la Casa della Divina Provvidenza in Como (1886), con la collaborazione di suor Marcellina Bosatta e della sorella Beata Chiara.  La Casa e l’Opera ebbero subito un rapido sviluppo, benedetta e sostenuta dal Vescovo B. Andrea Ferrari e sotto la protezione e l’amicizia di S. Pio X. Nella Congregazione maschile ebbe come collaboratori esimi don Aurelio Bacciarini, poi vescovo di Lugano, e don Leonardo Mazzucchi.

CONSACRATI DALLA E PER LA CARITA’ DI CRISTO.
Con la professione religiosa diventano membri della Congregazione religiosa dei Servi della Carità che, professando i voti religiosi intendono vivere il Vangelo sullo stile di Gesù Povero, casto ed obbediente, come cammino per realizzare la santità alla quale ci sentiamo chiamati.
LA MISSIONE
I Servi della Carità hanno ricevuto dal Fondatore l’amore e la cura dei poveri, specialmente dei più abbandonati, di “coloro che sono poveri nell’ingegno o nella salute o nelle sostanze”. In particolare si dedicano al ministero della carità tra i disabili mentali chiamati dal fondatore i “buoni figli”, tra gli anziani, i fanciulli e i giovani. Tuttavia nessuna iniziativa di carità ha lasciato indifferente don Guanella, il quale ha aperto le sue case ad ogni categoria di persone in difficoltà: sordomuti, preti vecchi e ammalati, anziani anche benestanti, ma abbandonati.

Seguendo queste indicazioni del Fondatore, i Servi della Carità hanno adeguato la loro opera, estendendola a nuove forme e adattando le istituzioni originarie alle esigenze nuove.

I Padri Guanelliani sono giunti nella Diocesi di Grosseto nell’estate 2021. A loro è affidata la Parrocchia del Sacro Cuore, in Grosseto.

Per approfondire: http://www.operadonguanella.it/

La comunità religiosa di Grosseto

Maisano don Santino

Kasparraj don Paulraj Maria (don Paolo)

Russo don Giovanni