Condividi

Congregazione delle suore di Sant’Anna

Congregazione delle suore di Sant’Anna

La Congregazione delle suore di Sant’Anna è formata da donne consacrate, chiamate a essere strumento della Provvidenza per i piccoli e i poveri.

La Congregazione è nata a Torino nel 1834. La sua fondazione è legata all’opera di due sposi: Carlo Tancredi Falletti e Giulia Colbert, marchesi di Barolo. Attenti ai segni di Dio e aperti ai bisogni del tempo, accolsero nella loro casa i bambini che venivano lasciati soli o abbandonati lungo le strade, perché i genitori non avevano tempo e capacità per prendersi cura di loro. Consapevoli dell’importanza dell’educazione dei piccoli, nel 1834 diedero vita alla Congregazione come strumento della Provvidenza per i piccoli e i poveri. A dare ulteriore impulso alla Congregazione fu, poi, Madre Enrichetta Dominici, che fu superiora generale per 33 anni e si prodigò interamente alla diffusione dell’Istituto, oggi presente in diverse parti del mondo.

L’8 marzo 1846, la Congregazione delle Suore di Sant’Anna ricevette l’approvazione pontificia.

 

 

 

In Diocesi le suore di Sant’Anna sono presenti con due comunità:

  • a Grosseto, dove sono arrivate nel 1933, sono impegnate nell’educazione, con la scuola dell’infanzia Sant’Anna, nella quale sono accolti 140 bambini e nella scuola primaria Sant’Anna con 188 alunni. Prestano il loro servizio educativo anche in alcune parrocchie e nell’ambito della pastorale giovanile e vocazionale.
  • a Caldana (1940), dove si occupano della scuola dell’infanzia

In passato, presenze di questa comunità si sono avute anche a Vetulonia, Gavorrano, Ravi e Ribolla

La casa di Grosseto

via Mameli 9, 58100 Grosseto

tel 0564 22505

email paritariasantanna@amisa-ssa.org

La casa di Caldana

via dell’asilo 6, 58023 Caldana

tel 0566 81163

 

La comunità di Grosseto

sr Cecilia Aruanno, superiora

sr Godelive Nsunda Kanza

sr Liz Marleni Dominguez Magino

sr Miriam Di Grande

sr Anna Di Bisceglie

La comunità di Caldana

sr Annalisa Caputi

sr Salvina Tagliareni